1. Home
  2. Bellezza
  3. Tatuaggi e piercing

Finger Piercing: il gioiello di fidanzamento che fa tendenza

Non più anello di fidanzamento ma Finger Piercing, un vero e proprio piercing incastonato nell'anulare. Scopri qui di cosa si tratta, i pro e i contro

Tatuaggi e piercing

C’era una volta l’anello di fidanzamento, il simbolo d’amore per eccellenza di ogni coppia di innamorati che si rispetta. Che fosse d’oro o d’argento con una pietra più o meno preziosa, meglio se con un elegantissimo solitario, l’anello di fidanzamento è stato per secoli, il simbolo per le coppie che si promettevano amore eterno.

Da qualche anno sta spopolando tra i giovanissimi il finger piercing, vale a dire un piccolo gioiello incastonato all’altezza dell’anulare. Se concettualmente il finger piercing non si discosta di molto dagli altri piercing che vediamo attorno a nasi, braccia o ancora altre parti del corpo, dall’altro ricopre un fascino tutto suo che sta conquistando sempre più giovani.

Scopriamo insieme i segreti di questo gioiello di tendenza e i pro e  i contro.

Finger piercing: i pro

I finger piercing appaiono esteticamente come dei piccoli diamanti incastonati tra le dita e più prezioso è il diamante. I finger piercing hanno il vantaggio di essere economici e alla portata di tutte le tasche. Il motivo è presto detto: i piercing sono certamente più economici rispetto ad un anello in quanto vanno a tagliare i costi relativi all’anello d’oro o d’argento.

I finger piercing sono molto comodi specie per le persone che tendono a togliersi gli anelli e dimenticarseli in giro. Ultimo, ma non meno importante, la sua presenza poco invadente, agevola non di poco l’uso delle mani.

Finger Piercing: i contro

Se da un lato i finger piercing possono essere molto belli da vedere, dall’altro possono essere fonte di dolore sia per chi se li fa mettere, sia per chi lo indossa. Del resto, non ci è difficile immaginare il dolore che prova una persona quando si fa piantare il piercing proprio all’altezza dell’osso.

Per questo motivo, il primo consiglio è quello di selezionare con estrema attenzione il professionista che si prenderà cura delle tue mani. Se il piercing non è installato come si deve, la pelle potrebbe riconoscere il piercing come oggetto estraneo. Se il piercing è traballante la pelle potrebbe “gonfiarsi” e attaccarsi attorno al piercing creando un’infezione.

Per questi motivi, prima di inserire il finger piercing all’altezza delle dita, è necessario valutare con attenzione se si è allergici a determinate tipologie di materiali. Il finger piercing deve essere privo di materiali allergici come il Nichel e progettato con materiali anallergici, meglio se medici.

Finger Piercing: una scelta da non sottovalutare

Come per i tatuaggi, anche con il Piercing andrai a marchiare a vita la tua mano e, nei casi peggiori, la sua rimozione potrebbe essere estremamente dolorosa oltre che lasciare una antiestetica cicatrice.

Questa scelta va presa con la più grande cautela possibile e solo con l’ausilio di un professionista esperto di fiducia che ti accompagni con esperienza e professionalità lungo questo percorso.

Potrebbero interessarti anche