1. Home
  2. Animali
  3. Veterinari

Pulizia denti del cane: consigli utili per effettuarla al meglio

La pulizia denti del cane è molto importante per mantenere in buona salute il tuo amico a quattro zampe. Ecco tutto quello che devi sapere

Veterinari

Ti stai chiedendo se sia necessario curare l’igiene orale del tuo amico peloso? La pulizia dei denti del cane è stata riconosciuta come fondamentale per garantire il benessere dell’animale solo da poco tempo. In precedenza, infatti, la maggior parte delle persone pensava che i problemi dentali fossero appannaggio esclusivo della specie umana.

In realtà, la placca batterica è comune a tutte le specie canine e può portare, se trascurata, a uno stato infiammatorio cronico delle gengive e dei tessuti alveolari che, non potendo più trattenere in maniera adeguata i denti, alla fine li fanno cadere. Dunque, che cosa di può fare per evitare questo tipo di problematica? Di fatto, basta seguire alcuni semplici e pratici consigli per preservare la salute della bocca del proprio cane.

Come lavare i denti al cane?

Ma come lavare i denti del cane in modo naturale? La prima cosa da fare è procurarsi uno spazzolino a doppia testa con le setole di 45 gradi, in modo tale che riescano a pulire anche sotto il margine gengivale, nonché un dentifricio specifico per cani. Infatti, non bisogna mai utilizzare quelli tradizionali, poiché, nella maggior parte dei casi, contengono fluoro, una sostanza velenosa per gli amici pelosi. I cani, come si può immaginare, non amano doversi lavare i denti.

Per tale ragione è importante abituarli a questo trattamento fin da quando sono dei cuccioli, facendolo rientrare nella routine dell’educazione. Per favorire l’igiene dentale di fido, tuttavia, esistono anche delle soluzioni alternative: ossa sintetiche e giocattoli specifici per la masticazione. L’importante è fornire prodotti sicuri e funzionali. É bene, però sottolineare che tali articoli non vanno a sostituire l’azione dello spazzolamento che è fondamentale.

Alcuni consigli per la pulizia denti del cane

Assicurare un’adeguata pulizia denti del cane vuol dire anche andare dal veterinario almeno ogni 6-12 mesi per effettuare un controllo generale del cavo orale. Infatti, se la placca depositatasi a livello delle arcate dentali e delle gengive si trasforma in tartaro è necessario rimuoverlo, attuando l’intervento in anestesia generale. Nei casi meno gravi è possibile effettuare la pulizia denti del cane con ultrasuoni, che non danneggiano lo smalto, bensì aiutano a rimuovere al meglio la placca.

Tendenzialmente, i cani sono meno soggetti degli umani all’insorgenza di carie, poiché la loro saliva è priva di succhi gastrici, che hanno una potente azione corrosiva. Tuttavia, non sono completamente immuni dai problemi dentali, per tanto si consiglia di preferire il cibo secco a quello umido, poiché lascia meno residui tra i denti, e seguire un’alimentazione corretta per i cani di razza e anche per i cani meticci. Inoltre, è bene controllare di tanto in tanto la dentatura del proprio animale domestico, così da rilevare per tempo eventuali problematiche.

Come fare? Sollevare delicatamente le labbra e verificare il colore della dentatura. Se è giallastra vuol dire che si è in presenza di placca. É necessario, poi, valutare anche le gengive, in modo da scongiurare eventuali infezioni, che potrebbero richiedere l’assunzione di antibiotici per impedire la diffusione dei batteri nell’organismo che potrebbe comportare conseguenze anche piuttosto gravi.

Potrebbero interessarti anche