1. Home
  2. Animali
  3. Animali domestici

Gatto ashera: la specie ibrida adatta anche agli allergici

Il gatto ashera è una razza ibrida creata in laboratorio: ecco perché è perfetto per chi soffre di allergie nonostante il prezzo esoso

Animali domestici

Gatto, che passione, è un ottimo animale da compagnia. Per chi è allergico ci pensa il gatto ashera: un incrocio fra il domestico e altri felini. Per questo è anche uno dei più controversi, c’è chi lo ama proprio per il suo pelo che non provoca reazioni allergiche, chi pensa che sia esagerato creare un ibrido. D’altronde è una razza di gatto creato in laboratorio allo scopo di soddisfare le esigenze di chi desidera un gatto e non vuole rinunciarvi. È dunque un gatto anallergico, ma dal prezzo esorbitante.

È un mansueto e bonaccione, insomma. Il gatto ashera, perciò, sa vivere anche in quei contesti in cui ci sono i bambini o gli anziani. Fra le sue caratteristiche, è anche un animale che sa adattarsi a ogni ambiente e situazione, dalla più sedentaria alla vita all’aria aperta. Conosciuto anche come gatto giaguaro, il suo pelo è corto e simile a quello di un leopardo.

Sei curioso di scoprire di più su questo splendido felino? Ecco che cosa devi sapere se hai scelto di adottare un esemplare di questa razza, come curarlo e quali sono i prezzi.

Gatto ashera: una scelta per chi è allergico

Sempre più spesso ci sono richieste da parte di chi ha allergie, ma desidera comunque avere un animale da compagnia. Il gatto ashera è stato creato perché il suo pelo non provoca reazioni allergiche.

La società che si occupa della nascita di questo gatto anallergico, un ibrido fra la specie domestica e il gatto del Bengala, è la Lifestyle Pets di Los Angeles. In Italia e in alcune zone del mondo, però, l’importazione e l’allevamento sono vietati. Sa adattarsi a qualsiasi contesto, in ambienti aperti o in casa.

Gatto ashera: come curarlo?

È un gatto dal carattere mansueto e buono, ama stare all’aria aperta ma anche in casa. Le sue dimensioni sono importanti, il gatto ashera infatti è gigante proprio perché è un ibrido fra il domestico e il Bengala. Può raggiungere anche un metro e pesare sui 15 chili. Il suo aspetto però non deve trarre in inganno: è tendenzialmente una specie sedentaria che ha bisogno delle stesse cure di un gatto qualsiasi, compresa la toelettatura. Ama sentirsi al centro dell’attenzione, ma sa giocare anche con i bambini. In inverno ha bisogno di stare in ambienti caldi. È una specie longeva e arriva anche a 25 anni.

Quanto costa il gatto ashera?

Non ci sono dubbi: il gatto ashera è uno dei più costosi in assoluto. Il suo prezzo può aggirarsi persino sui 20 mila euro proprio perché è creato in laboratorio. Ogni anno nascono circa 100 specie e le loro dimensioni non sono tutte uguali. Per questo il prezzo oscilla dai 12 mila ai 17 mila, solo per i più comuni.

Ci sono poi quelli anallergici che arrivano ai 18 mila euro per non parlare poi dei più rari Snow Ashera e Royal Ashera che possono costare addirittura 96 mila euro. Anche mantenerlo ha i suoi costi, avrà di certo bisogno di più cibo rispetto a un gatto normale per non parlare dei vaccini necessari.

Potrebbero interessarti anche