Guida di Albano Laziale: aziende, servizi e comuni

Albano Laziale è una storica cittadina dei Castelli Romani, distante pochi chilometri da Roma, molto apprezzata per il suo patrimonio storico e archeologico che ogni anno attira tantissimi turisti italiani e stranieri. Secondo la tradizione, il nome di Albano deriverebbe da quello di Albalonga che era la celebre città fondata dal figlio di Enea e narrata nel poema l’Eneide di Virgilio: ecco quali sono le principali attrazioni da non perdere durante il soggiorno.

Le ricerche più frequenti di Albano Laziale

Che cosa vedere ad Albano Laziale tra storia e archeologia

Albano Laziale custodisce i cimeli di un passato indimenticabile: qui infatti gli appassionati di storia e archeologia potranno lasciarsi conquistare da reperti unici. Tra le principali attrazioni da visitare spiccano la Chiesa di Santa Maria della Stella e la famosa Tomba degli Orazi e dei Curiazi. Le origini della prima risalgono al 1561, quando i Savelli donarono ai Carmelitani una piccola cappella che allora era situata al di sopra delle catacombe. Così furono costruiti un convento e una nuova chiesa che all’interno presenta rimandi all’arte barocca: sul suo altare maggiore, imponente e ricco di splendidi marmi, si può ammirare un dipinto che raffigura la Vergine con bambino.

Un altro dettaglio in bilico tra storia e leggenda riguarda la facciata principale in cui sono visibili una Madonna del Carmine e una pietra. Si tramanda infatti che una sera un carrettiere ubriaco, passando in quella zona, per disprezzo lanciò un sasso contro la sacra immagine della Vergine, ma prodigiosamente, la sua traiettoria fu deviata e il sasso rimase infisso nel muro. La Tomba degli Orazi e Curiazi invece è una costruzione sormontata da due torrette: secondo la tradizione si tratta della sepoltura dei protagonisti della storica lotta che contrapponeva i guerrieri più forti di Roma, gli Orazi, a quelli più forti di Albalonga, i Curiazi.

Altri tesori da visitare ad Albano Laziale sono le catacombe di San Salvatore che furono utilizzate anche nel Medioevo come luoghi di culto e conservano affreschi del V-VI secolo e dello XI-XII secolo e il Museo Civico, situato nell’edificio neoclassico di Villa Ferrajoli, che custodisce importanti reperti archeologici di tutta la zona. Infine, le terme di Caracalla, la Porta Pretoria e i giardini di Villa Doria sono le chicche perfette per concludere l’itinerario di visita al centro della città.

Cosa mangiare ad Albano Laziale

Albano Laziale è la destinazione perfetta per gli amanti della buona cucina che vogliono assaggiare i migliori piatti della tradizione romana tra cui spiccano i rigatoni con la pajata, i bucatini all’amatriciana e alla gricia, la trippa alla romana, la coda alla vaccinara, i carciofi alla giudea e i saltimbocca alla romana. Tra i ristoranti più apprezzati di Albano Laziale ci sono il Ristorante l’Antica Abazia, con specialità sia di terra che di mare, da Charlie Osteria Ristorante e la Trattoria Pizzeria Dar Contadino.

Cosa vedere nei dintorni di Albano Laziale

Oltre a vantare un centro storico dal valore inestimabile, i dintorni di Albano Laziale offrono tantissime ispirazioni per un itinerario alla scoperta della storia e del buon cibo. Il grazioso borgo di Nemi, celebre per le sue deliziose fragoline di bosco, è la destinazione perfetta per una domenica in famiglia, proprio come Ariccia, che dista solo due chilometri, ed è conosciuta e apprezzata per la prelibata Porchetta di Ariccia IGP; infine non si può non citare Castel Gandolfo dove si trova la principale sede papale fuori dal Vaticano.

Le località più cercate