1. Home
  2. Shopping
  3. Strumenti musicali

Pick-up chitarra: cos'è e come sceglierlo

Il pickup della chitarra caratterizza il suono dello strumento in maniera unica. Scopriamo in questo articolo di PG Magazine come scegliere tra i tanti modelli

Strumenti musicali

Se sei un musicista o ti stai avvicinando allo studio della chitarra, hai bisogno di acquistare un pick up. Scopri quali sono i modelli in commercio e come scegliere il pick up per la chitarra più adatto alle tue esigenze.

Pickup chitarra elettrica come funziona

Il pick up è un dispositivo elettrico che trasforma le vibrazioni di una chitarra in impulsi di tipo elettrico. Questo tipo di trasformazione rende possibile poi l’amplificazione e le diverse elaborazioni successive. Esistono in commercio pick up magnetici e pick up piezoelettrici.

Pick up chitarra magnetici

I più diffusi sono i pick up magnetici, che sono formati da uno o più magneti costituiti da un filo di rame avvolto a spirale. Tale filo produce un campo magnetico la cui intensità viene tradotta in suono attraverso le vibrazioni delle corde. A loro volta, i pickup magnetici si distinguono in single coil e humbucker.

I pick up chitarra più semplici sono i single coil, chiamati così perché sono costituiti da un filo di rame avvolto intorno a una singola bobina. Hanno un suono nitido e cristallino ma, avendo una sensibilità molto elevata alle interferenze elettriche, producono un lieve rumore di fondo, detto hum.

I pick up humbucker, come dice il nome, servono proprio per eliminare il rumore di fondo. Ciò è possibile grazie alla doppia bobina, che produce un suono molto più caldo e corposo, senza alcuna interferenza. L’humbucker è stato inventato negli anni ‘50 dalla Gibson.

Tra i pick up magnetici distinguiamo ancora tra pick up attivi e pick up passivi. I pick up attivi hanno bisogno di un’alimentazione elettrica supplementare che alimenti il preamplificatore incorporato. Hanno un suono molto potente e privo di rumori di fondo.

I pick up magnetici passivi sono i più diffusi, poiché non necessitano di amplificazione supplementare e producono un suono più morbido e delicato.

In una stessa chitarra possono convivere sia pick up attivi che passivi ma è una soluzione che viene adottata raramente.

Pick up chitarra piezoelettrici

Come dice il nome, sono realizzati in materiali piezoelettrici e rilevano le variazioni di pressione prodotte delle corde, convertendole in una differenza di potenziale elettromagnetico. Questi pickup per chitarra vengono installati in parti della chitarra con un’elevata intensità delle vibrazioni. Avendo un suono molto pulito, i pick up piezoelettrici sono molto usati soprattutto sulle chitarre acustiche elettrificate. Inoltre, con questo tipo di pick up si possono anche amplificare chitarre con corde in nylon.

Dove posizionare il pick up

La posizione del pickup sulla chitarra ne condiziona il suono, per cui è importante sceglierla con cura. Il pick up singolo viene montato in genere più vicino alla tastiera, per catturare la massima quantità di suono. Se, invece, si ha la necessità di enfatizzare al massimo le armoniche e avere un suono più incisivo, il pick up va montato in posizione più arretrata. Ovviamente non deve dar fastidio ad un eventuale accordatore.

Alcuni montano due pick up, uno verso la tastiera e uno verso il ponticello, in modo da sfruttare tutte le potenzialità sonore. La Fender Stratocaster ne monta addirittura tre: a un quarto, a metà e a tre quarti dello spazio tra il ponticello e la fine della tastiera.

Potrebbero interessarti anche