1. Home
  2. Shopping
  3. Strumenti musicali

I consigli per scegliere un buon violino elettrico

Il violino elettrico è un’evoluzione del violino tradizionale con diversi vantaggi. Ecco strutture, costi e consigli per comprarne uno adeguato alle tue esigenze

Strumenti musicali

Il violino elettrico è uno strumento musicale, un violino, dotato al proprio interno di un sistema di amplificazione del suono. Un violino elettrico può dirsi, da un certo punto di vista, un’evoluzione del violino tradizionale. Ma come funziona esattamente? E quanto costa? Come si sceglie il modello migliore per le proprie esigenze?

Un violino elettrico ha tantissimi vantaggi rispetto a un violino tradizionale, anche se forse elimina un po’ di “magia”, quella dei classici strumenti a corde, realizzati dai vecchi liutai. Eppure, a livello tecnologico, il violino elettrico offre tanti e diversi vantaggi che permettono di suonare senza disturbare oppure ottenere un nuovo tipo di suono. La popolarità di questo violino è in ascesa, in tutto il mondo, per una serie di qualità.

Vantaggi del violino elettrico

Il violino elettrico ha diversi pregi:

  • permette di “suonare silenziosamente”, e quindi di esercitarsi senza disturbare bambini o vicini: possono essere collegati anche a delle cuffie bluetooth o tradizionali
  • funzionano bene anche su un palco, perché sono immuni dall'”effetto eco” ad alti volumi
  • sono bellissimi e contemporanei
  • permettono di intercettare più generi musicali e non limitarsi alla musica classica e d’orchestra
  • possono alloggiare schede audio con uno storico della propria musica preferita
  • hanno delle batterie che permettono fino a 3 giorni di autonomia

Tipi e modelli di violino elettrico

In commercio esistono tanti tipi di violini elettrici, strutturati e disegnati in base alle diverse preferenze ed esigenze. Ad esempio ci sono modelli in legno (che ricordano i classici violini, raffinati e tradizionali), in legno massello, legno e composito o realizzati in kevlar, fibra di carbonio o vetroresina. I colori possono riprendere quelli tradizionali di un violino oppure dirigersi verso nuove strade espressive di design, con nuance vivaci o pastello.

I diversi modelli vanno selezionati anche in base al tipo di musica che si vuole suonare: per chi ama la classica è meglio un modello tradizionale, chi si orienta verso il blues o l’elettronica può liberare la fantasia.

Variabili per la scelta del violino elettrico

Quando si va a comprare un violino elettrico, bisogna tener conto di alcuni fattori:

1- Elettronica

È molto importante esaminare la qualità di queste componenti prima di portare a termine l’acquisto. Il violino elettrico funziona grazie a un pick-up che permette l’amplificazione. La scelta degli elementi costitutivi della parte elettronica dipende soprattutto dalla destinazione d’uso: se il violino dev’essere suonato sul palco, magari insieme a un sintetizzatore musicale, occorreranno elementi più sofisticati che permettano di alzare il volume escludendo ronzii e interferenze.

Se invece il violino è finalizzato alla pratica e all’uso domestico, o in ambienti familiari e ristretti, si potrà scegliere strumenti con componenti elettroniche più economiche. Queste versioni includono generalmente anche una presa per le cuffie in-ear, over-ear o on-ear, un espediente comodissimo per suonare anche nel cuore della notte.

2- Qualità del materiale

Un buon violino, realizzato con materiali pregiati, durerà molto tempo, aiuterà la qualità del suono e anche gli esercizi. Un buon violino non ha solo delle componenti di qualità ma anche un’architettura complessiva corretta, con la distanza giusta tra il ponticello e le corde o la tastiera. C’è sempre un livello di qualità sotto cui non si può scendere, anche se lo strumento si acquista per fini amatoriali. Per scegliere il modello ideale in base alle proprie esigenze, basta rivolgersi a un commesso e farsi aiutare, senza aver paura di spendere per un valido scopo.

3- Ergonomia

Il violino elettrico può considerarsi un’evoluzione del violino, ma è fondamentale che ci sia qualcosa nel design, nella struttura, nell’architettura che dia l’idea di suonare un violino classico, come quello che si suonava una volta. La mentoniera, il poggiaspalla, le corde, il ponticello, tutto deve avere le proporzioni giuste per adattarsi perfettamente al corpo del violinista, specie se si tratta di un bambino che vuole iniziare a suonare. Un violino elettrico ideale non deve essere neanche troppo pesante, perché graverebbe sul violinista. Bisogna assicurarsi di aver trovato uno strumento efficiente, completo, di qualità ma che sia anche leggero e facilmente maneggevole.

Il costo di un violino elettrico

Quanto costa un violino elettrico? Ovviamente il prezzo dello strumento oscilla a seconda della qualità del software e delle componenti meccaniche. Esistono violini elettrici che costano meno di 100 euro e modelli che sfiorano i 2.000, esattamente come accade ad esempio con le varie tipologie di chitarra classica o acustica.

Quello che occorre fare è capire la destinazione e il percorso che si vuole fare: chi è agli inizi può accontentarsi di un violino a basso costo, per poi eventualmente cambiare modello dopo un po’ di pratica.

Potrebbero interessarti anche