1. Home
  2. Motori
  3. Accessori e ricambi

Parasole per auto: come proteggere parabrezza e finestrini?

Quando si viaggia in auto, specialmente durante le lunghe percorrenze, è importante proteggere i finestrini dell’auto dai raggi del sole.

Accessori e ricambi

Il parasole per auto permette di proteggere parabrezza, finestrini e gli interni dell’abitacolo dalla luce del sole e dal calore.

Non si tratta soltanto di una comodità, legata al fastidio procurato dal sole ai passeggeri, ma di un aspetto importante per la salute. Secondo le ultime ricerche infatti i normali finestrini dei veicoli non proteggono gli occupanti dai pericolosi raggi ultravioletti.

I raggi UVA possono procurare danni molto seri alla salute, infatti sono direttamente responsabili dei tumori della pelle e delle cataratte, danni alla vista che possono compromettere parzialmente o totalmente la visuale. In particolare l’allarme arriva da una serie di studi medici condotti su alcuni camionisti, che dopo 25-30 anni di lavoro sulle strade avevano sviluppato diverse forme di cancro della pelle, localizzato nelle parti del corpo maggiormente esposte al sole.

La protezione dei vetri dell’auto dai raggi del sole è quindi estremamente importante, specialmente quando si viaggia per molte ore in autostrada per lavoro o per le vacanze con la famiglia. Se da un lato è possibile ovviare a tale problema sostituendo i vetri dell’auto, cambiandoli con tipi di vetro oscurati in grado di proteggere dai raggi UVA, basta installare delle tendine parasole per garantire a tutti i passeggeri un viaggio sicuro.

Quanto sono pericolosi i raggi solari in auto?

Diverse ricerche condotte negli Stati Uniti hanno dimostrato che l’esposizione ai raggi solari in auto è molto pericolosa.

Secondo le analisi condotte su decine di modelli di auto prodotte dal 1990 al 2015, i finestrini laterali proteggono in media dal 70% dei raggi solari, mentre il parabrezza arriva in media al 95%, una percentuale decisamente più elevata e sicura.
Al contrario è stato riscontrato un livello di protezione dei finestrini laterali del 90% soltanto sul 15% dei veicoli, una percentuale particolarmente bassa che espone milioni di persone a rischi ingenti. I raggi più pericolosi sono gli UVA, che non vengono trattenuti dall’ozono e riescono ad arrivare fino alla superficie terrestre, causando con il contatto prolungato con la pelle danni più o meno gravi.

Come proteggere i finestrini laterali dell’auto dal sole

Se la soluzione più drastica e definitiva al problema dei raggi solari in macchina è la sostituzione dei vetri, allo stesso tempo è possibile ovviare a tale problema acquistando delle semplici tendine parasole. Questi prodotti economici e facili da installare permettono di proteggere i passeggeri dai pericolosi raggi UVA, specialmente i bambini che risentono maggiormente dei disturbi provocati da questi raggi solari.
In commercio è possibile trovare tre tipi di tendine parasole:

  • a rullo
  • adesive
  • ad apertura centrale o laterale

Le tendine parasole adesive sono quelle che costano meno, le più semplici da installare poiché basta staccare la protezione e incollarle sul finestrino della propria auto. Nonostante si possano acquistare a partire da 10€, questi prodotti assicurano comunque un buon livello di protezione, infatti sono pensati appositamente per la protezione dei bambini.

Inoltre si possono trovare in vendita tendine parasole adesive per bambini con ritratti i personaggi più amati dai piccoli, per unire l’utile al dilettevole e far contenti i propri figli con i loro beniamini. All’occorrenza è anche possibile smontare le tendine adesive, ma bisogna fare attenzione perché se tolte frequentemente potrebbero perdere tutta la loro capacità adesiva.

Un altro tipo di tendina per i finestrini laterali è quella a rullo. A differenza di quelle fisse le tendine parasole a rullo possono essere aperte completamente, chiuse oppure lasciate a metà, offrendo un’ampia gamma di soluzioni in base al numero dei passeggeri, alle condizioni climatiche e alle proprie esigenze.

Tuttavia queste tendine non aderiscono perfettamente al finestrino, in più il loro prezzo d’acquisto è leggermente superiore ai modelli fissi, dai 30€ in su. Infine esistono le tendine parasole classiche, con apertura centrale o laterale. Queste tendine sono simili a quelle utilizzate in casa, infatti sono composte da un’unica tenda che può scorrere a destra o sinistra, offrono un elevato livello di protezione ma il loro prezzo è piuttosto elevato, a partire da 50€.

Quale tendina parasole scegliere per la propria auto

Proprio come per i coprisedili, la scelta del modello di tendina parasole dipende dal tipo di veicolo (se un SUV, un’utilitaria, una berlina, un coupè), dalla grandezza dei finestrini laterali e dall’età dei passeggeri. Tutti i modelli in commercio offrono un’ottima schermatura dei vetri dell’auto dai raggi solari UVA, tuttavia alcuni modelli si adattano meglio di altri alla superficie del finestrino, ampliando la protezione solare e la sicurezza a bordo.

Naturalmente se si trasportano spesso dei bambini piccoli, oppure se si vive una zona particolarmente soleggiata è importante comprare delle tendine scure e abbastanza spesse, altrimenti può bastare anche una semplice tendina chiara. Nel caso non dovesse coprire tutta la superficie basta controllare che protegga i punti più esposti e delicati, come la testa, il viso e le gambe.

Come proteggere il parabrezza dai raggi solari e dal caldo

Oltre alle tendine parasole per i finestrini laterali, importanti per proteggere i passeggeri dai pericolosi raggi UVA, è utile preservare la macchina dal caldo e dai raggi solari diretti con una tendina per il parabrezza. Quando viene lasciata al sole l’auto può raggiungere una temperatura fino a 70° se scura, oppure di 55° se di colore bianco, rischiando di danneggiare gli interni e le componenti elettriche ed elettroniche.

Per risolvere il problema basta acquistare una tendina parasole riflettente, da collocare all’interno del veicolo per respingere i raggi solari verso l’esterno. Tale soluzione può diminuire la temperatura interna della macchina fino a 20°, una differenza notevole che aiuta a proteggere l’abitacolo dall’usura termica. Inoltre è consigliabile coprire anche il cruscotto, per evitare il formarsi di piccole lesioni superficiali dovute alla secchezza del materiale.

Potrebbero interessarti anche