1. Home
  2. Motori
  3. Assicurazioni

Assicurazione auto scaduta: multa e possibili conseguenze

Cosa succede se continui a utilizzare l’auto nonostante l’assicurazione sia scaduta? Ecco cosa sapere riguardo alla multa e al periodo di tolleranza

Assicurazioni

Guidare l’auto con l’assicurazione scaduta è ovviamente vietato dalla legge e punito con delle sanzioni, oltre al fatto che in caso di incidente il risarcimento viene negato. Non esiste più il tacito rinnovo e quindi è più facile dimenticarsi di pagare la propria polizza a scadenza. L’RC Auto scade automaticamente al termine indicato nel contratto, in questo modo gli automobilisti sono più liberi di scegliere la compagnia assicurativa che vogliono, in un mercato che oggi è molto dinamico e colmo di realtà che offrono contratti sempre più convenienti. Però purtroppo può capitare con maggiore frequenza che scada l’assicurazione auto e gli automobilisti dimentichino di rinnovare la propria copertura.

Assicurazione auto scaduta, il periodo di tolleranza

Esistono diversi modi per risparmiare sull’assicurazione auto, dalle polizze temporanee a quelle che è possibile saldare a rate. L’importante è mantenerla attiva rinnovandola prima della scadenza. In caso contrario è bene sapere che nei 15 giorni successivi alla scadenza del proprio contratto la copertura assicurativa continua ad essere valida e si ha quindi il tempo di andare a rinnovarla presso gli uffici della compagnia.

Si tratta del cosiddetto periodo di tolleranza in cui non si rischiano multe e sono garantiti i risarcimenti anche nel caso di polizze assicurative di base. Ci sono però delle precisazioni che vanno tenute presente per quanto riguarda appunto questi 15 giorni di tolleranza:

  • È valido solo in Italia, per tutte le auto (anche quelle guidate dai neopatentati), per la sola responsabilità civile e non per coperture tipo furto, incendio, atti vandalici e tutela verso terzi, se non specificato nel contratto;
  • È valido inoltre nel caso in cui sia già stata inviata una raccomandata che comunica l’intenzione di non rinnovare il contratto assicurativo;
  • È previsto per assicurazioni semestrali e annuali per legge, non è necessario che sia specificato nel contratto;
  • Scade alle 59 del 15esimo giorno dalla scadenza della polizza.

Assicurazione auto scaduta: come controllare

Puoi controllare sul tuo contratto di assicurazione la data di scadenza dello stesso. È vero che oggi le tecnologie moderne in ambito di comunicazione ci permettono di essere informati in tempo reale su tutto e quindi anche sull’Rc Auto. Solitamente le compagnie assicurative inviano i promemoria ad ogni assicurato via mail, per posta o con sms e app appositamente dedicate. Dato che non esiste più il tacito rinnovo, puoi decidere ad ogni scadenza se rinnovare o cambiare compagnia.

Assicurazione auto scaduta, multe e rischi

Non è assolutamente permesso guidare l’auto con l’assicurazione scaduta. Nel caso in cui si verifica un incidente infatti il guidatore deve pagare i risarcimenti dovuti di tasca propria per i danni causati. Il problema sono anche le multe che si rischiamo. Il prezzo da pagare, se non si rispettano le regole, è molto alto. La multa può arrivare a toccare somme elevate fino a 3.000 euro e il guidatore può subire anche il sequestro del mezzo. Un’auto senza copertura assicurativa è passibile di contravvenzione anche nel caso in cui si trovi in sosta in un’area pubblica. Quindi non è necessario che sia in marcia per prendere la multa, se l’auto è ferma con assicurazione scaduta da più di 15 giorni è irregolare. È necessario quindi tenerlo in un’area privata finché non si provvede al rinnovo della polizza.

Potrebbero interessarti anche