1. Home
  2. Food
  3. Enoteche e vini

Quali sono le cantine a Barolo da visitare assolutamente?

Barolo non è solo un delizioso borgo in provincia di Cuneo, ma anche il fulcro della produzione dell'omonimo vino. Ecco le cantine assolutamente da non perdere

Enoteche e vini

Barolo non ha neppure mille abitanti, eppure è uno dei borghi piemontesi più famosi. Perché? Perché dà il nome ad uno dei vini più pregiati e più famosi d’Italia: il Barolo, per l’appunto, un vino rosso DOCG prodotto nel suo Comune e in altri dei dintorni.

Ovviamente, tappa imperdibile della zona sono le cantine di Barolo. Luoghi in cui il celebre vino viene prodotto e in è d’obbligo cui organizzare una visita con degustazione. Quali scegliere? Ve lo suggeriamo noi.

Marchesi di Barolo

Cantina Marchesi di Barolo

Se si parla di cantine di Barolo famose, non si può non citare le cantine Marchesi di Barolo, in via Roma 1. Site nel palazzo di fronte al castello dei Marchesi Falletti, affondano le radici nel 1807, anno in cui il Marchese di Barolo, Carlo Tancredi Falletti, sposò la nobildonna francese Juliette Colbert di Maulévrier, la prima a credere nelle potenzialità del vino prodotto a Barolo.

Oggi queste splendide cantine di Barolo, accolgono gli ospiti in un’area creata ad hoc per far loro scoprire tutto ciò che circonda ed arricchisce l’affascinante mondo del vino. Un’area che comprende una cantina, un’enoteca, una vineria, una foresteria e un’area meeting. Ovviamente non manca la possibilità di acquistare bottiglie del pregiato vino.

Fratelli Serio & Battista Borgogno

Tra le cantine a Barolo per una degustazione indimenticabile vi sono le cantine Fratelli Serio & Battista Borgogno, in località Cannubi. Qui, dal 1897, la famiglia Borgogno (giunta alla sua quinta generazione) coltiva con amore i suoi vigneti proteggendo un mestiere antico e occupandosi personalmente di ogni lavoro, dalla potatura al diradamento, sino alla selezione delle uve prima della vendemmia.

La cantina accoglie tini di legno per la fermentazione, e grandi botti in rovere di Slavonia per i lunghi invecchiamenti. Per la degustazione e la vendita possibili dal lunedì alla domenica – è consigliata la prenotazione.

Cantina Bartolo Mascarello

Cantina Bartolo Mascarello

Tra le cantine di Barolo, ve n’è una che è un piccolo gioiello: è la Cantina Bartolo Mascarello di via Roma 15, aperta per visite e degustazioni solo su prenotazione il lunedì, il martedì, il venerdì e occasionalmente il sabato mattina.

Più che di una cantina, si tratta dello studiolo di un vignaiolo a cui citofonare per conoscere la sua storia. E per degustare un Barolo unico, risultato dell’assemblaggio dei quattro vigneti di proprietà.

Barale Fratelli

Fondata nel 1870, la cantina Barale Fratelli è un’azienda agricola nella cui cantina i processi di vinificazione e affinamento sono volti a produrre vini armonici, in cui emergano le caratteristiche del vitigno e della zona di origine. Perché, qui, il legame tra il vino e l’ambiente è tutto.

Oltre ad organizzare una degustazione, Barale Fratelli offre anche la possibilità di pernottare. La foresteria “Aie Sottane” vanta 4 camere matrimoniali e 2 suite con ampi terrazzi affacciati sui vigneti adagiati tra Castiglione Falletto e Bussia, per trascorrere qualche giorno nel cuore autentico del Barolo.

Boschis

Di origini catalane, la famiglia Boschis giunse in Italia nella prima metà dell’Ottocento. Oggi, le Cantine Boschis – site nel cuore del borgo – producono i Barolo, Langhe Nebbiolo, Dolcetto d’Alba e Barbera d’Alba per un totale di circa 15.000 bottiglie l’anno.

Per visitarla e per effettuare una degustazione, è necessaria la prenotazione.

Potrebbero interessarti anche