1. Home
  2. Food
  3. Prodotti bio

Farina di carrube: come si usa e quali sono i vantaggi

La farina di carrube è un valido alleato in cucina ed è ricca di proprietà nutritive. Scopri in questo articolo di PG Magazine i suoi molteplici usi e benefici

Prodotti bio

La farina di carrube viene utilizzata sempre più spesso come sostituto light e gluten free del cacao.
Le carrube sono i frutti dell’albero di carrubo, una specie sempreverde molto diffusa nei paesi caldi, soprattutto nel Sud Italia; hanno la forma simile a quella dei baccelli di fagiolo, ma sono di colore marrone scuro.

Dalla macinazione dei semi di carrube, contenuti all’interno dei baccelli, si ricava la farina, che può essere utilizzata sia come sostituto del cacao sia come rimedio contro mal di pancia e diarrea. La farina di carrube ha infatti molte proprietà benefiche per l’organismo. Vediamo insieme in questo articolo di cosa si tratta.

I benefici della farina di carrube

La farina di carrube contiene tantissime vitamine (come quelle del gruppo B e la vitamina C) e minerali, fra cui il potassio, che aiuta la contrazione muscolare, il ferro, che produce emoglobina, il calcio, indispensabile per le ossa, il fosforo, il magnesio e lo zinco che aiutano la memoria e le capacità cerebrali.

In più, pur avendo un’alta percentuale di zuccheri e carboidrati, contiene pochissimi grassi e nessuna traccia di glutine: ottima per chi è a dieta o per chi soffre di colesterolo alto o di celiachia.
Inoltre, la farina di carrube ha dei valori nutrizionali molto alti, poiché contiene un gran numero di fibre: assunta anche in piccole dosi, riesce a spegnere la fame. In più, avendo un sapore molto simile a quello del cioccolato, riesce anche a saziare quella voglia di dolce che tormenta di tanto in tanto chi sta seguendo una dieta dimagrante. Con la farina di carrube, concedersi uno spuntino “al sapore di cioccolato” non è considerato una trasgressione, anzi!

Infine, bisogna sapere che la farina di semi di carrube ha ottime proprietà astringenti ed è in grado di eliminare i liquidi. Può essere usata se si soffre di diarrea, assumendone qualche cucchiaino disciolto in acqua tiepida, da bere durante la giornata. È perfetta soprattutto se a soffrire di male al pancino sono i più piccoli: il sapore di cioccolato proprio delle carrube li aiuterà a prendere più volentieri questa medicina naturale.

Ricette semplici a base di farina di carrube

Se volete sperimentare i benefici della farina di carrube, non vi resta che provarlo nelle vostre ricette casalinghe, soprattutto in quelle di origine siciliana, una regione dove i carrubi sono molto diffusi e apprezzati fin dall’antichità. La farina di carrube può essere infatti utilizzata come:

  • addensante, nella preparazione di confetture e marmellate
  • sostituto del cacao amaro, sia per la preparazione di dolci e torte, sia nella preparazione di una buona tazza di cioccolata calda, ricordando però che la farina di carrubo ha un sapore più dolce del cacao in polvere o del cioccolato fondente, e quindi regolarsi di conseguenza
  • sostituto dello zucchero come dolcificante a basso contenuto di grassi.

Sapevate poi che esistono speciali ricette di pasta fresca realizzate con la farina di semi di carrube? Mescolata alle altre farine senza glutine, come quella di grano saraceno o la farina manitoba, sono un ottimo metodo per dare un tocco di colore e di sapore in più alla pasta per celiaci e un’ottima alternativa alla pasta di legumi.

In Sicilia si fanno soprattutto gnocchi e tagliatelle, ma voi potete scegliere il formato di pasta che vi piace di più: in genere, la proporzione utilizzata è di 4 a 1 (quattro parti di farina senza glutine e una parte di farina di carrube). Per un primo piatto dolce e delicato, potete provare le tagliatelle con farina di carrube e pesto di noci e rucola: una vera delizia, anche per gli intolleranti al glutine!

Potrebbero interessarti anche