1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

10 cibi per un'abbronzatura perfetta

Abbronzarsi mangiando si può: ecco tutti i cibi che aiutano l'attivazione della melanina e fanno abbronzare di più.

Mangiare bene

Cibi abbronzanti: come l’alimentazione influenza la tintarella

Non appena inizia ad avvicinarsi l’estate, inizia la corsa alla tintarella perfetta: c’è chi approfitta di ogni weekend per fuggire in spiaggia, chi si accontenta del terrazzo di casa e chi invece ricorre a lampade e creme abbronzanti. Esiste però un altro metodo per favorire il naturale processo di formazione della tipica colorazione estiva: ricorrere ai cosiddetti cibi abbronzanti. In che modo il cibo può influenzare la tintarella? Sappiamo che esiste un legame molto stretto tra la salute della nostra pelle e ciò che mangiamo: è necessario assumere ogni giorno le vitamine e i nutrienti essenziali per fare scorta di energia per affrontare gli impegni quotidiani, ma la giusta alimentazione può persino migliorare la nostra estetica. Se per avere una pelle giovane e luminosa si ricorre ad alimenti ricchi di vitamina A ed E, e per unghie e capelli forti le vitamine del gruppo B sono essenziali, per avere una tintarella luminosa, naturale e prolungarne la durata nel tempo, è il betacarotene l’arma segreta a nostra disposizione. In commercio esistono degli appositi integratori a base di betacarotene che, presi sotto stretto controllo medico, vengono assunti qualche mese prima di esporsi al sole al fine di rafforzare le difese della pelle e stimolare la produzione della melanina, la ͞responsabile͟ dell’abbronzatura dorata e intensa che tutti sogniamo.
Prima di ricorrere agli integratori però, è bene sapere che è sufficiente un’alimentazione ricca di cibi che contengono proprio il prezioso betacarotene: si tratta di un pigmento arancio contenuto in molti frutti e ortaggi che, una volta giunto nell’intestino, viene convertito in parte in vitamina A, una sostanza fondamentale per la salute della pelle e degli occhi, utile anche a conquistare una abbronzatura invidiabile.

Frutta abbronzante: i frutti che favoriscono l’abbronzatura

L’alimentazione dunque gioca un ruolo chiave nella conquista della tintarella, come anche nel combattere la cellulite, soprattutto se si fa ricorso a quelli che vengono definiti veri e propri cibi abbronzanti. Di che si tratta? Di frutta e verdura dall’alto contenuto di betacarotene e altri nutrienti essenziali che, se mangiati con regolarità, aiutano a fare scorta di vitamina A e altre vitamine importantissime per mantenere la pelle sana, aiutandola ad abbronzarsi meglio. Qual è la dieta abbronzante per eccellenza? Tutta quella che contiene buone quantità di frutta e verdura di colore giallo-arancio, colorazione dovuta proprio all’alto quantitativo di betacarotene presente. In particolare, tra la frutta abbronzante i maggiori ͞portatori͟ di betacarotene sono indubbiamente le albicocche, ma anche il melone giallo, le pesche e tutti i frutti di colore rosso o blu come fragole, anguria, ciliegie e frutti di bosco. Anche l’uva, con il suo alto potere idratante, può contribuire a mantenere la pelle elastica ed idratata, perfetta per conquistare una abbronzatura uniforme e durevole. Le ciliegie poi, svolgono una fondamentale funzione protettiva nei confronti della pelle perché favoriscono il microcircolo e sono dunque essenziali quando si passano molte ore al sole.

Dieta abbronzante: gli ortaggi sui quali puntare

Tra le verdure, i cibi abbronzanti per eccellenza sono le carote, ricchissime di vitamina A, ma anche pomodori e radicchio, i peperoni – ricchi anche di vitamina C – i cetrioli e i finocchi, utilizzati anche nella preparazione di tisane drenanti e disintossicanti. Betacarotene e abbronzatura dunque vanno a braccetto, ma in generale i cibi abbronzanti non sono solo quelli di colore arancio, bensì anche tutti quelli che hanno colorazioni molto intense, dal rosso al viola, e che contengono elevate quantità di antocianine, utili per contrastare la formazione di radicali liberi. L’esposizione solare infatti favorisce la formazione di radicali liberi che, a loro volta, favoriscono l’invecchiamento della pelle: scegliere cibi abbronzanti dunque non serve solo per conquistare un colorito invidiabile o per mantenerlo nel tempo, ma anche per prendersi cura della pelle e mantenerla sana anche durante l’esposizione ai raggi solari. Dunque via libera anche agli ortaggi colorati , meglio se provenienti da agricoltura biologica, come melanzane e pomodori, cibi abbronzanti meno conosciuti, ma altrettanto indispensabili.

Potrebbero interessarti anche