1. Home
  2. Bellezza
  3. Centri benessere

Massaggio maori, l'innovazione che arriva da lontano

Proveniente dalla lontana Polinesia, il massaggio maori porta con sé un bagaglio di antiche conoscenze e suggestioni. Ecco tutti i segreti di questa tecnica

Centri benessere

Tra le tante e sapienti tradizioni che ci giungono da angoli remoti del mondo, in particolare dall’Asia, l’arte del massaggio è sicuramente una delle più ricche e articolate. Non solo, è anche una delle discipline che affascina maggiormente gli occidentali, interessati da sempre a nuove forme e metodi per raggiungere il benessere. Tra i massaggi più interessanti e innovativi in circolazione negli ultimi anni, troviamo il massaggio maori.
Proveniente dalla lontana Polinesia, il massaggio maori porta con sé un bagaglio di antiche conoscenze e suggestioni. Nella sua terra di origine, infatti, si coltivano da secoli tecniche volte al benessere di corpo e mente, e il massaggio maori è sicuramente una di questi preziosi saperi.

Il massaggio maori: una tecnica efficace e unica

La particolarità del massaggio maori è quella di avvalersi di oli essenziali che, uniti al calore, ottengono la massima efficacia del trattamento. Il principio alla base di questo massaggio, infatti, è che il calore, penetrando nel corpo attraverso la pelle, riequilibri il flusso energetico vitale dell’intero organismo.
L’efficacia del massaggio viene amplificata dall’utilizzo di specifici attrezzi, generalmente realizzati in legno di faggio, chiamati patu. Si tratta di oggetti tipici della cultura maori, dalla forma simile a quella di un mattarello e realizzati in diverse misure a seconda dell’area del corpo a cui sono destinati. Prima di procedere al massaggio, i patu tradizionalmente vengono riscaldati per essere purificati dal potere del fuoco. La funzione di questi strumenti è principalmente quella di ridurre lo sforzo dell’operatore, potenziando il massaggio in intensità e profondità. Gli oli più utilizzati sono l’olio di mandorle dolci oppure quello di sesamo. Il massaggio può essere total body o localizzato ad una specifica parte del corpo, dalla schiena, alle gambe, ai glutei, fino al massaggio facciale.

I benefici del massaggio maori

La tecnica del massaggio maori si basa sullo scioglimento delle contratture, agendo sul plesso branchiale e lombosacrale, ma offre di conseguenza una serie di eccellenti benefici generali, sia dal punto di vista terapico ma anche da quello estetico.
Per via del suo effetto anti-contrattura che riscalda la muscolatura, questo tipo di massaggio è particolarmente indicato per gli sportivi e quindi viene spesso proposto come trattamento preparatorio in vista di una prestazione atletica.
La sua efficacia è tale da poter essere utilizzato anche per scopi curativi, per esempio per alleviare l’affaticamento dopo un’attività muscolare molto intensa, dato dall’accumulo di acido lattico, ma anche per contrastare disturbi articolari e dolori cervicali, perfino problemi reumatici e circolatori.
A livello generale, poi, il massaggio maori si è diffuso perché unisce componenti esotiche, come l’utilizzo di unguenti e degli strumenti tipici polinesiani, alla promessa di benefici di grande interesse per il pubblico sia maschile che femminile: per un lui interessato alla performance sportiva oppure per una lei che vuole tonificare gambe e glutei o creare un effetto lifting al viso. Insomma, il massaggio maori da trattamento di nicchia oggi conquista un pubblico sempre più vasto.

In aggiunta, oltre ai benefici strettamente legati alle aree trattate, i massaggi maori si rivelano particolarmente efficaci per il benessere psico-fisico: l’azione del calore sui muscoli mette in moto una serie di processi, dal rilassamento profondo, sia fisico che mentale, all’azione energizzante. Tra i più diffusi effetti positivi di questi trattamenti ci sono una riduzione dell’ansia, un’accelerazione del metabolismo, un drenaggio dei liquidi e delle tossine e, a un livello più sottile, un aumento dell’energia vitale.
L’utilizzo dei questi massaggi e del calore generato trova un sorprendente impiego anche nel trattamento di alcune forme di allergia e problematiche del sistema respiratorio: perfino riniti e sinusiti possono beneficiare del massaggio maori!
I benefici di questa tecnica sono così numerosi e le applicazioni così varie che la sua diffusione in occidente continua a crescere negli ultimi anni. In Italia sono presenti numerosi i centri estetici che eseguono il massaggio maori a livello professionale, ma si trovano anche scuole che lo insegnano, diffondendo questa antica tecnica in chiave moderna e proponendo un trattamento di benessere davvero unico nel suo genere.

Potrebbero interessarti anche