1. Home
  2. Bellezza
  3. Estetica

Fare la ceretta dopo il laser, si può?

La lotta ai peli superflui è continua. Ma si può fare la ceretta se si stanno facendo le sedute di epilazione laser?

Estetica

La lotta ai peli superflui impegna ogni anno quasi la totalità delle donne e, negli ultimi anni, sempre più uomini: il sogno di una pelle liscia, levigata, morbida e soprattutto libera dagli odiati peli, è il sogno di molti.

D’altra parte esistono in commercio numerosi metodi per il fai da te, dalle lamette di nuova generazione studiate anche per la pelle femminile alle strisce di ceretta a caldo e freddo fino alle classiche creme depilatorie.

Ceretta dopo il laser: cosa bisogna sapere

Chi desidera soluzioni più durature, ma che sono comunque anche più dolorose, si affida all’epilatore elettrico entrato ormai a pieno diritto tra gli strumenti per la lotta ai peli superflui.
La ceretta realizzata in istituto o dall’estetista di fiducia, con cera liposolubile o idrosolubile, però rimane per molti la scelta migliore perché, seppur inizialmente piuttosto dolorosa, è quella che fa ottenere i risultati migliori e più duraturi.

Anche l’epilazione a laser negli ultimi anni, grazie ai progressi della tecnologia, ha conquistato sempre più adepti: le controindicazioni in questi casi sono poche e ben precise, ma il problema principale resta il fatto che l’epilazione laser per quanto efficace non è mai definitiva e spesso lascia una sottile peluria, oltre al fatto che i peli continuano a esserci tra una seduta e l’altra.

Così molte donne tendono a fare la ceretta dopo il laser. E’ consigliabile? Assolutamente no e adesso vedremo perché.

Dopo il laser si può fare la ceretta?

Quando ci si sottopone a un ciclo di sedute di epilazione laser o a luce pulsata spesso si tende a sottovalutare un elemento molto importante: la fase di intervallo tra una seduta e l’altra.
E’ possibile fare la ceretta dopo il laser in questi lassi di tempo? Assolutamente no.
Quando si iniziano le sedute di epilazione a laser è molto probabile che all’inizio il risultato sia davvero modesto: i peli inizieranno a diradarsi a partire dalla 3° settimana e comunque tra una seduta e l’altra continueranno a ricrescere fino a quando non si terminerà il ciclo di sedute che solitamente ne comprende almeno 8.

Cosa fare dunque in questo lasso di tempo? Dopo il laser si può fare la ceretta o bisogna tenersi i peli?
La risposta è naturalmente no per quanto riguarda la ceretta perché la pelle è molto sensibile tra una seduta di epilazione e l’altra e quindi non bisogna stressarla ulteriormente. Inoltre, visto che l’epilazione laser va a colpire il bulbo pilifero, non si possono adottare tra una seduta e l’altra eventuali metodi di estirpazione dei peli che prevedano l’intervento proprio sul bulbo.

Dunque la ceretta dopo il laser è assolutamente proibita.

Ceretta dopo il laser: metodi alternativi

Se la ceretta dopo il laser non si può fare, bisogna tenersi gli odiati peli? Ovviamente no. Occorre solo ricordare di non utilizzare nessun metodo che vada a compromettere il bulbo pilifero perché è quello l’obiettivo proprio del laser. Dunque qualsiasi metodo che invece vada a toccare il bulbo è come se andasse a contrastare il lavoro del laser.

Cosa usare dunque per rimuovere i peli tra una seduta e l’altra?
Niente ceretta, niente crema depilatoria e niente epilatore elettrico: ancora una volta il metodo “salvavita” sarà il nostro amato/odiato rasoio.
Lavorando esclusivamente sulla lunghezza del pelo e tagliandolo senza intervenire sul bulbo pilifero, il rasoio, che sia elettrico o la classica lametta, è il metodo perfetto – oltre che l’unico concesso – per restare lisce tra una seduta di laser e l’altra.

Potrebbero interessarti anche