1. Home
  2. Viaggi
  3. Agriturismi

Dipendenza da smartphone? Stacca la spina in agriturismo

Sono sempre di più le persone colpite dalla dipendenza da smartphone: trascorrere qualche giorno in agriturismo è la soluzione perfetta per disintossicarsi

Agriturismi

L’avvento dei social network e degli strumenti di lavoro digitali, hanno trasformato completamente il rapporto delle persone con alcuni oggetti di uso quotidiano. La dipendenza da smartphone per esempio ha contagiato giovani e meno giovani, che non sanno resistere alla tentazione di controllare le app dei social e della email in modo costante, a volte quasi ossessivo. Come ritrovare allora il proprio equilibrio? Il segreto per ripristinare le giuste distanze, evitando di lasciarsi travolgere dal cellulare, è trascorrere qualche giorno in agriturismo, ritrovando il proprio contatto più autentico con la natura.

Dipendenza da smartphone: che cos’è la nomofobia?

Molte persone, quando si rendono conto che la batteria del telefono si sta scaricando, iniziano a provare una vera agitazione, terrorizzati dal fatto di non poter essere raggiunti. La dipendenza da smartphone non è un luogo comune mitologico: la nomofobia, ovvero il timore ossessivo di non essere raggiungibili al cellulare, è infatti un disturbo che causa interferenze nel circuito cerebrale della ricompensa.

Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università Federale di Rio de Janeiro sembra che la nomofobia sia da considerare una dipendenza patologica piuttosto che un disturbo d’ansia. Si può parlare di nomofobia infatti quando una persona prova una paura sproporzionata di rimanere fuori dal contatto di rete mobile, tanto da sperimentare effetti fisici collaterali simili a quelli del famoso attacco di panico.

Ma quali sono le principali vittime della dipendenza dal cellulare? Questo quesito è stato affrontato in numerose ricerche ed è stato evidenziato che il profilo tipico della persona che soffre di dipendenza tecnologica corrisponde all’uomo di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Anche le donne non ne sono immuni e nemmeno le persone di età più avanzata: uomini e donne in carriera, che devono essere costantemente aggiornati sul proprio lavoro, faticano a loro volta a non sentirsi perennemente online.

Disintossicarsi dalla dipendenza da smartphone in agriturismo

La dipendenza dalla tecnologia non è un falso mito, ma un disturbo diagnosticato che deve essere affrontato in modo serio. Fortunatamente, esistono diverse opzioni per disintossicarsi dalla tecnologia e tra queste spicca quella di ritagliarsi qualche giorno a contatto con la natura. Trascorrere un periodo di tempo in un agriturismo, per esempio, aiuta le persone a rilassarsi, abbandonando finalmente questo pensiero fisso, che può trasformarsi in un’autentica ossessione. Porsi un limite nell’uso dello smartphone e vivere nuove esperienze, come ammirare un tramonto o fare una passeggiata a cavallo, permetterà al cervello di rilassarsi, evitando di perseverare nella propria dipendenza da smartphone.

Ritrovare il gusto per i dettagli che ci circondano, è il modo migliore per costruire un rinnovato equilibrio tra quella che è la vita reale e quella che è la vita virtuale. In Italia fortunatamente esistono tantissime strutture di accoglienza ideali per disintossicarsi: l’agriturismo è il luogo ideale per dedicarsi alla natura e alla buona cucina locale, vivendo un’esperienza di vacanza immersiva e autentica, perfetta anche per famiglie con bambini. Sono tante le persone che provano un giovamento importante da questo viaggio: chissà che non diventi più semplice dimenticare il telefono spento per qualche ora!

Potrebbero interessarti anche