1. Home
  2. Shopping
  3. Abiti da cerimonia

Smoking uomo: quando e come indossarlo

Completo elegante per eccellenza, lo smoking deve essere indossato solo in alcune occasioni: scopriamole insieme

Abiti da cerimonia

Probabilmente non esiste abito da cerimonia o vestito da sposo più famoso e utilizzato dello smoking, tra gli abiti eleganti per uomo più amati e icona dei balli di gala e delle serate esclusive, reso famoso dai film hollywoodiani con Cary Grant e Clark Gable. Tuttavia per indossare correttamente lo smoking bisogna osservare le rigide regole del Galateo, che indicano come e quando è possibile indossare questo classico abito da cerimonia.

Storia e origini dello smoking

Come suggerisce il nome stesso, lo smoking nasce come giacca elegante da fumo per gli uomini. Infatti tra la fine del XIX secolo e la prima metà del Novecento era comune per le persone di alta classe terminare la cena o il pranzo con un bel sigaro, trasferendosi dalla sala da pranzo in quella per i fumatori. Prima di entrare si indossava una giacca chiamata appunto smoking jacket, comparsa per la prima volta a Londra nel 1865.

Questa soluzione evitava che i propri abiti si impregnassero con il forte odore di fumo tipico di queste salette, dopodiché una volta terminato bastava lasciare lo smoking all’uscita e indossare nuovamente i propri abiti. Da giacca per fumatori lo smoking diventò ben presto un abito da cerimonia, utilizzato non più soltanto dai ceti alti ma anche dalle persone comuni per eventi, feste e cerimonie eleganti. Non a caso, lo smoking, è un abito da sposo, anche blu, per uomo molto utilizzato.

Come è fatto uno smoking

Lo smoking è composto da una giacca monopetto, solitamente di colore nero o comunque un blu molto scuro, da abbinare con una camicia bianca e l’immancabile papillon. La giacca non deve presentare spacchi o tagli posteriori, mentre sulla parte frontale l’allacciatura deve essere bassa, composta da un solo bottone. I revers possono essere sottili oppure piuttosto marcati, a seconda del taglio del modello, a lancia continua per un tocco fresco e giovanile oppure a scialle per uno stile classico e tradizionale.

Le tasche dello smoking possono essere di diverse tipologie, tuttavia quelle più indicate per un modello da cerimonia sono le tasche a filetto, molto formali.
Nonostante il colore per eccellenza dello smoking sia il nero, oggigiorno non è insolito vedere smoking di color avorio o blu. Quest’ultimo è ovviamente una scelta più moderna, mentre lo smoking avorio è indicato per i cocktail all’aria aperta oppure per un evento estivo in plein air. Le camicie da abbinare sono dotate del classico colletto smoking, con alette frontali, mentre sulle maniche non possono mancare i gemelli.

Quando indossare uno smoking da uomo

Lo smoking è un abito da cerimonia per uomo, utilizzato per gli eventi serali e le serate di gala dove è richiesto un look elegante. Secondo le regole dello stile lo smoking non deve mai essere indossato di giorno prima delle 18, altrimenti si rischia di venire confusi con il cameriere. Tuttavia come accennato in estate è possibile ovviare optando per uno smoking avorio o blu, per non uscire dai dettami dell’eleganza ma non rinunciare lo stesso allo smoking. Allo stesso modo dipende molto dalle norme formali presenti in ogni Paese, infatti in alcuni parti del mondo tali accortezze sono molto meno rispettate.

Inoltre lo smoking non andrebbe mai indossato in età giovanile, poiché è considerato un abito da uomini che marca lo stato sociale e non si adatta a un profilo da ragazzo. Tra gli eventi dove è indicato e opportuno indossare lo smoking ci sono le prime teatrali, le serate all’Opera, le feste private di alto livello, le serate mondane di gala, i matrimoni e i debutti in società. Per quanto riguarda lo smoking da uomo durante il matrimonio, bisogna sapere che è da utilizzare soltanto per le cerimonie serali, altrimenti bisogna preferire un abito differente e adatto a un evento pomeridiano.

Come abbinare lo smoking da uomo

Per abbinare correttamente lo smoking bisogna seguire alcune semplici regole, per evitare gaffe ed errori che potrebbero creare imbarazzo e compromettere la propria presenza alla cerimonia. Innanzitutto la camicia da indossare sotto lo smoking deve essere rigorosamente bianca, possibilmente con doppi polsini per i gemelli, abbottonatura nascosta e un rinforzo in piqué. Oltre ai gemelli è possibile utilizzare il classico fazzolettino da taschino, preferibilmente di seta e di colore bianco per uno stile
classico e formale, oppure rosso porpora.

Il gilet è quasi sempre sconsigliato, a meno che non si tratti di smoking con revers a punta. Il papillon ovviamente è d’obbligo, nero e di seta, mentre assolutamente vietata è la cravatta. Per sostenere i pantaloni bisogna utilizzare le bretelle, mentre va evitata la cintura che stona con lo stile dello smoking e non rientra nelle regole del Galateo. Tuttavia è importante che siano abbinate al colore dell’abito, quindi bisogna optare per delle bretelle nere o al massimo bianche. I pantaloni non devono avere risvolti, ma essere lunghi e non eccessivamente aderenti. Infine le scarpe per lo smoking. Anche in questo caso le regole sono molto chiare, esclusivamente scarpe nere, come del resto anche i calzini, rigorosamente neri ad altezza ginocchio. Le scarpe non devono avere troppi dettagli o ricami, quindi vanno bene i modelli di pelle specialmente se morbida e lucida. Per non commettere errori basta controllare che le scarpe non risaltino eccessivamente sullo smoking.

Potrebbero interessarti anche