1. Home
  2. Shopping
  3. Centri commerciali e outlet

Le differenze tra estrattore di succo e centrifuga

Estrattore di succo o centrifuga? Ecco quali sono le differenze tra questi due robot da cucina e i benefici che recano alla salute

Centri commerciali e outlet

Sono molte le persone che utilizzano le parole estrattore di succo e centrifuga come fossero sinonimi. In realtà si tratta di due oggetti diversi che assolvono a compiti differenti, anche se entrambi in genere si utilizzano per trattare la frutta e la verdura e ricavarne bevande o liquidi da utilizzare in cucina, ottime per depurarsi, per chi sta seguendo una dieta per perdere peso o mantenere la linea.

Chi segue uno stile di vita sano e salutare avrà sicuramente un estrattore di succo o una centrifuga all’interno della propria abitazione. Non stiamo però parlando della stessa cosa: questi due robot da cucina sono costruiti in modo diverso, ma presentano anche delle differenze a livello di vantaggi nutrizionali.

Quale differenza c’è tra centrifuga ed estrattore?

L’estrattore di succo è composto da una coclea che spreme la frutta e la verdura ricavandone il liquido, che viene in genere poi versato in un bicchiere o un recipiente collegato al macchinario.

La centrifuga invece non ha una coclea, ma una lama, che può essere regolata a velocità anche molto alte. La frutta e la verdura sono in questo caso spinte verso la base della centrifuga: è a quel punto che il succo passa attraverso dei piccoli fori, che hanno anche la funzione di trattenere gli scarti.

Un’altra differenza tra estrattore e centrifuga è il numero di giri che questi compiono per estrarre il succo da frutta e verdura. Il primo ne fa meno di 100, mentre la centrifuga può arrivare anche a realizzare 18mila giri al minuto.

Infine, il succo ricavato dagli estrattori e dalle centrifughe va bevuto immediatamente. Dopo poco, infatti, perde i valori nutrizionali. Non ha senso prepararne molto per conservarlo in frigo e berlo in un momento successivo: assicuratevi quindi di prepararlo e consumarlo subito.

Valori nutrizionali: meglio estratto o centrifuga?

A livello di valori nutrizionali, il succo ricavato con un estrattore contiene più vitamine ed enzimi vivi rispetto a una centrifuga, che ne possiede molti di meno.

Il motivo risiede nel fatto che più giri fa il macchinario, più produce calore. Come tutti sanno, questo porta la frutta e la verdura a ossidarsi e contribuisce a far perdere le proprietà nutritive del cibo. Le centrifughe si surriscaldano facilmente, ma la stessa cosa non accade con l’estrattore: per questo viene definito un macchinario a freddo.

Inoltre, c’è una bella differenza anche nel numero di scarti. Con l’estrattore di frutta e verdura, la parte di cibo che viene scartata è minore rispetto alla centrifuga. Nella centrifuga, infatti, i fori bloccano dei pezzi da cui non viene ricavato il succo, e che saranno poi buttati. La stessa cosa non avviene con l’estrattore, che riesce a “salvare” la maggior parte dell’alimento.

I prezzi di estrattore e centrifuga

In ogni caso stiamo parlando di due apparecchi ottimi e che consentono di mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato. Anche il prezzo di estrattore e centrifuga non differisce di molto: a seconda del modello e delle funzioni, si parte da circa 30 euro e si arriva in genere a un massimo di 200 euro. Chiaramente dipende dalla marca e dalla qualità che questi estrattori e centrifughe possono essere in grado di garantire nel trattamento del cibo.

 

Potrebbero interessarti anche