1. Home
  2. Salute
  3. In farmacia

Per quali lavoratori sarà obbligatorio il Green Pass?

A breve il green pass obbligatorio interesserà diverse categorie di lavoratori, non solo quelli del settore sanitario e scolastico

07-09-2021 (Ultimo aggiornamento 08-09-2021)

In farmacia

La notizia era nell’aria ma solo ora sembra che stia prendendo veramente forma: entro breve l’estensione del green pass obbligatorio interesserà diverse categorie di lavoratori, con buona pace di chi critica questo sistema di prevenzione dei contagi. Finora i lavoratori interessati dall’obbligo di green pass erano sostanzialmente quelli che operano nella sanità nelle scuole.
Tuttavia, il sentore che il green pass sarebbe diventato obbligatorio anche per altre categorie c’era già da un po’ e si attendeva solo che diventasse notizia concreta. Da una parte sono molte le persone che chiedevano una forma di equità e quindi l’estensione del green pass obbligatorio almeno per tutti coloro che lavorano a contatto con il pubblico, dall’altra sono ancora numerosi coloro che si oppongono all’obbligo della certificazione verde e la protesta non sembra diminuire. L’autunno, pertanto, si sta facendo sempre più caldo. Tuttavia, entro il mese di ottobre dovrebbero già entrare in vigore le prime estensioni dell’obbligo.

Green pass obbligatorio: quali sono le categorie interessate

Attualmente il green pass obbligatorio interessa i lavoratori del settore sanitario e quelli della scuola. Proprio alcuni giorni prima del ritorno a scuola dei ragazzi, si è notato un aumento delle richieste di tamponi probabilmente proprio da parte del personale scolastico. Chi non è ancora convinto di vaccinarsi ha come unica alternativa quella di fare il tampone.
Entro breve, tuttavia, si prevede che si estenda l’obbligo anche ai dipendenti pubblici e a coloro che lavorano nei settori della ristorazione. Se già per i clienti di bar e ristoranti, infatti, era obbligatorio per accedere alle strutture al chiuso, ora anche dipendenti dovranno essere equiparati ai clienti stessi. In effetti molti avevano sollevato il dubbio che non fosse equo poter lavorare in quei servizi senza certificato verde.
Il green pass obbligatorio per i dipendenti pubblici sarà, dunque, una delle prime novità dell’autunno, assieme al green pass obbligatorio per il personale dei ristoranti.
Ma non sono solo queste due le categorie che verranno condizionate dall’estensione della certificazione verde, in quanto si prevede anche il green pass obbligatorio per il personale di piscine e palestre. Del resto, anche queste sono attività in cui per la clientela ormai è già entrato in vigore l’obbligo della certificazione verde e anche in questo caso era indispensabile equiparare i clienti ai lavoratori del settore.
Per quanto riguarda, invece, altri tipi di lavori a contatto con il pubblico, verrà introdotto il green pass obbligatorio anche per i dipendenti dei trasporti pubblici, ma dovrebbe interessare, così come avviene anche per i viaggiatori, solo per le tratte a lunga percorrenza.

Green pass obbligatorio: da quando entrerà in vigore

Per l’entrata in vigore delle nuove estensioni della certificazione verde non si hanno ancora date certe. Le modifiche alla legge sul green pass che dovrebbero inserire queste novità, infatti, sono ancora al vaglio degli esperti e la classe politica sta ampiamente dibattendo per giungere a una soluzione condivisa.
La speranza, infatti, è di arrivare in aula per un voto a maggioranza senza dover porre la fiducia, che indebolirebbe il governo, tuttavia l’alternativa è che venga ostacolato l’iter del nuovo decreto e che ne venga trasformata la ratio.
Per quanto riguarda le date precise si possono solo fare ipotesi: allo stato attuale dei fatti, è possibile che l’obbligo del green pass per i dipendenti pubblici sia il primo ad aggiungersi a quelli già in vigore. Ci sono infatti buone possibilità che la novità venga inserita nel decreto già tra la fine del mese di settembre e i primi di ottobre.
Per quanti riguarda, invece, l’estensione dell’obbligo ai dipendenti delle aziende private, la discussione è in corso tra imprese e sindacati, ma non è escluso che anche questa venga inserita con le stesse tempistiche dell’obbligo per i dipendenti pubblici.
Infine, l’estensione del green pass per i lavoratori dei settori nei quali è già in vigore per la clientela è ormai scontata e praticamente tutti i partiti si trovano d’accordo. Proprio per questo la sua introduzione potrebbe essere più rapida di quanto si pensi. Se per i trasporti a lunga percorrenza non ci sono indicazioni contrarie, la discussione è ancora in atto per portare l’obbligo anche su quelli locali.
Le difficoltà, tuttavia, riguardano prevalentemente l’impossibilità del controllo, motivo per cui questa possibilità sembra meno probabile e, in ogni caso, rappresenta un’eventualità più a lunga scadenza.

Potrebbero interessarti anche