1. Home
  2. Motori
  3. Servizi

Gomme invernali: ecco cosa è importante sapere

Con l'arrivo della stagione fredda è bene premurarsi della propria sicurezza e del rispetto delle norme vigenti, procedendo alla sostituzione delle gomme estive con quelle invernali. Ecco perché è obbligatorio

Servizi

Con l’arrivo della stagione invernale, come ogni anno, scatta l’obbligo di montare le gomme invernali sulla propria auto e su tutti i mezzi pesanti. Si devono quindi sostituire gli pneumatici estivi per poter affrontare al meglio le condizioni del manto stradale con il freddo, quando può essere più probabilmente bagnato, ghiacciato o innevato, almeno che non si abbiano delle gomme quattro stagioni. La normativa prevista dal Codice della Strada, soggetta a diversi cambiamenti a seconda delle regioni, obbliga gli automobilisti al cambio gomme con pneumatici omologati M+S.

Gomme invernali: la normativa

Il periodo di sostituzione degli pneumatici estivi con quelli invernali, negli ultimi anni, va dal 15 novembre al 15 aprile. È previsto un arco temporale di tolleranza di un mese sia per quanto riguarda il montaggio che per lo smontaggio degli stessi. Vi è anche un’alternativa disponibile, ovvero quella di avere a bordo le catene o altri dispositivi antisdrucciolevoli che possono essere montati sulle gomme dell’auto per aumentarne l’aderenza. Sono permessi, ovviamente, soltanto i dispositivi omologati. Grazie al periodo di tolleranza è possibile circolare con le gomme estive fino al 15 dicembre e con quelle invernali poi fino al 15 maggio, senza il rischio di incorrere in spiacevoli e costose sanzioni.

Gomme invernali: le sanzioni

Per chi non rispetta la normativa vigente in ambito di pneumatici, viaggiando sulle strade su cui vige l’obbligo di circolazione con gomme da neve o altri strumenti antisdrucciolevoli a bordo, c’è la possibilità di incorrere in multe. La sanzione parte da 41 euro nel caso in cui ci si trovi in centri abitati e diventa 84 fuori dai centri, fino a un massimo di 318 euro.

Se il pagamento della somma avviene entro 5 giorni dall’accertamento, allora il soggetto multato può beneficiare di uno sconto del 30%. Vi sono però anche dei casi in cui, invece, la multa viene incrementata a causa di sanzioni accessorie o ancora è possibile una decurtazione di 3 punti dalla patente e le Forze dell’Ordine possono anche intimare il fermo del veicolo finché quest’ultimo non viene fornito dei mezzi antisdrucciolevoli appositi.

Le sanzioni per chi usa durante l’estate gli pneumatici invernali con indice di velocità inferiore a quella riportata sul libretto sono invece più salate; si parte da 419 euro per arrivare anche fino a 1.682 euro, con il rischio che venga ritirato il libretto di circolazione del veicolo e quest’ultimo venga sottoposto a revisione obbligatoria. Questo è il motivo per cui, se un automobilista ha intenzione di utilizzare gli stessi pneumatici invernali tutto l’anno, allora è bene che li compri con un indice di velocità pari o superiore a quello indicato sul libretto della vettura, per evitare di incorrere in sanzioni alquanto spiacevoli e costose.

Gomme invernali: caratteristiche

Secondo il Codice della Strada, le gomme, per essere considerate invernali, devono presentare la marcatura M+S, che significa Mud+ Snow, cioè fango e neve. Per sapere quali pneumatici invernali bisogna montare, basta guardare cosa prescrive il Libretto di Circolazione, che riporta le misure degli pneumatici che si possono usare. Le gomme presentano anche l’indice di carico, che non deve essere diverso dai valori indicati sulla Carta di circolazione.

È sempre consigliato montare pneumatici da neve piuttosto che catene, perché sono più sicuri e oltretutto non rovinano cerchi e ammortizzatori. Con temperature inferiori ai 7 gradi e il manto innevato, montare gomme da neve può ridurre lo spazio di frenata anche del 50%. Inoltre questi pneumatici migliorano la tenuta di strada e la frenata anche in presenza di asfalto bagnato. Non dimenticatevi, inoltre, per la vostra sicurezza e quella dei vostri passeggeri è fondamentale procedere al controllo della pressione delle gomme ogni quindici giorni e prima di partire per un lungo viaggio.

Potrebbero interessarti anche