1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

Cernia dorata: come gustarla e i migliori abbinamenti

La cernia dorata è un pesce non molto conosciuto, appartiene alla famiglia delle spigole ed è molto appetitoso. Scopri i valori nutrizionali e come cucinarlo

Mangiare bene

La cernia dorata è un pesce conosciuto per la sua qualità. È il protagonista di molte ricette, in particolare di primi e secondi piatti. Molte di queste preparazioni prevedono la cottura in umido o al forno, in abbinamento con spezie, aromi e verdure.

I valori nutrizionali della cernia dorata rendono questo pesce un’alternativa ricca di sostanze nutrienti che per questo motivo può essere inserita nelle diete più bilanciate. Molte persone che vogliono perdere peso e dimagrire infatti inseriscono questo tipo di pesce, rigorosamente fresco, all’interno della propria alimentazione.

Le motivazioni per cui consumare la cernia dorata vanno infatti oltre un fattore di gusto. Questo pesce è ricco di proteine e ha un alto valore di vitamine e sali minerali. La cernia è ricca di acidi grassi Omega 3, iodio ed è facilmente digeribile.

Questo pesce è considerato pregiato in quanto non è classificabile né come pesce bianco (ad esempio l’orata) né come pesce azzurro (ad esempio le alici e le sardine). La cernia però è un alimento poco energetico nonostante l’apporto proteico elevato, quindi può essere considerato un pesce magro.

Cernia dorata: le ricette

La cernia dorata è la protagonista di moltissimi piatti di pesce, ma può essere anche utilizzata in abbinamento a condimenti e cibi forti, come il riso e le verdure di stagione. Le modalità di cottura e di preparazione di questo pesce sono molte, ma tutte partono da una corretta pulizia della cernia. Il pesce va infatti pulito, sfilettato e in seguito cucinato. Mai mangiato crudo come il sushi.

  • Tra le ricette con la cernia dorata più diffuse ci sono sicuramente quelle che prevedono la marinatura. Per questa preparazione il pesce viene lasciato per circa una o due ore a marinare in diverse sostanze, come succo di limone, prezzemolo o pepe bianco.
  • Un altro modo per preparare la cernia può essere quello di cuocerla sulla griglia, utilizzando ad esempio una bistecchiera. È fondamentale avere una pentola antiaderente alla quale bisognerà versare preventivamente dell’olio per evitare che il pesce si attacchi.
  • Un’altra delle ricette di cernia dorata più apprezzate è quella della cernia fritta. Ad esempio, è possibile passare il filetto di cernia nella farina, in seguito nel latte, nelle uova e poi ancora nella farina con condimenti come pepe, sale e rosmarino. Friggendo la cernia i valori nutrizionali variano, diventa un piatto più calorico ma anche più appetitoso.
  • Il filetto di cernia dorata al forno è invece un’alternativa salutare e gustosa. È possibile infatti cuocere questo pesce in forno insieme a olio extravergine di oliva, mollica di pane o pangrattato. Potrebbe essere necessario aggiungere del liquido per non far seccare il pesce, ad esempio del brodo vegetale, del vino bianco o dell’acqua. I tempi di cottura sono solitamente di 15/20 minuti con forno a circa 200 gradi. Questa ricetta è ottima anche per far mangiare il pesce ai bambini.
  • Infine la cernia può essere cotta in un liquido composto da acqua, brodo vegetale oppure vino bianco, nel quale è possibile inserire anche spezie ed aromi come timo e prezzemolo. In questo caso non bisogna esagerare con la cottura o la cernia risulterà troppo friabile. È consigliabile utilizzare poi una pentola con i bordi alti, come una casseruola.

Potrebbero interessarti anche