1. Home
  2. Food
  3. Ricevimenti

Cena di San Valentino? Scegli un catering a domicilio

Per una cena di San Valentino diversa dal solito, ma non per questo meno romantica, puoi affidarti al catering a domicilio: ecco qualche consiglio per una serata perfetta

Ricevimenti

Stanco dei soliti ristoranti chic in cui è quasi impossibile trovare posto o restare tranquilli? Quest’anno per San Valentino punta tutto sulla cena a domicilio. Un efficace servizio catering ti permetterà di trascorrere una festa degli innamorati all’insegna del romanticismo e dell’intimità, senza però rinunciare al buon cibo e a un servizio impeccabile. Dopo esserti occupato dell’atmosfera, con candele profumate e musica d’atmosfera, non ti resta altro da fare che prenotare il servizio più adatto alle tue esigenze in base al prezzo, menù e servizi offerti.

L’idea ti incuriosisce? Ecco tutto ciò che devi sapere se stai valutando la possibilità di una cena a domicilio per il prossimo 14 febbraio.

Cosa offre un servizio di catering

I servizi di catering a domicilio sono nati per soddisfare anche le richieste dei clienti più esigenti, quelli che nelle occasioni speciali non vogliono lasciare nulla al caso. Per questo motivo, rappresentano la soluzione perfetta per chi vuole organizzare un San Valentino indimenticabile e diverso dal solito, lontano da posti affollati e fastidiosi brusii di sottofondo. Alcune strutture non si limitano alla preparazione della cena, ma sono responsabili anche dell’allestimento della tavola e delle pulizie finali. Prima di scegliere il menù potrete quindi decidere anche il tipo di tovaglia, il servizio di piatti, bicchieri e vasellame che più vi piacciono. E, in alcuni casi, anche eventuali composizioni floreali per la tavola.

I menù per le cene a domicilio

Il fulcro del servizio resta a ogni modo il menù: alcune agenzie di catering offrono la possibilità di crearne uno a seconda dei propri gusti ed esigenze, altri offrono delle proposte fisse. Nella maggior parte dei casi è fortemente consigliata una cena completa, ovvero composta 4/5 portate: antipasto, primo piatto, secondo con contorno e dessert. A seconda della località in cui si risiede, molti ristoranti permettono anche di scegliere tra un menù di terra o di mare, oppure combinare portate appartenenti a entrambe le categorie. Il catering a domicilio provvede anche alle bevande, che vanno dall’acqua a spumanti e champagne, per i quali c’è solitamente una carta su cui scegliere.

Quanto costa una cena a domicilio?

A organizzare cene a domicilio sono ristoranti o trattorie, negozi gourmand o aziende che si occupano solo ed esclusivamente di catering. Nonostante la moda stia dilagando in tutta Italia, è più facile trovare questo tipo di servizi nelle grandi città, Milano e Napoli in primis, ma anche Bologna e Roma vantano una vasta gamma di opzioni. Prima di farvi trasportare dall’entusiasmo, però, controllate che il servizio sia disponibile anche per sole due persone: molte strutture partono infatti dai menù per 5/6 persone; in tal caso potreste considerare l’idea di ingaggiare semplicemente uno chef a domicilio.

Per quanto riguarda il prezzo entrano ovviamente in ballo diversi fattori: la qualità del ristorante a cui ci si rivolge, il tipo di menù, gli altri servizi eventualmente inclusi nell’offerta. Per un menù ridotto all’osso, quindi composto da due portate, si parte da un minimo di 50 euro a persona, ma in media, per una cena completa ed elegante, solitamente si spendono più di 100 euro a testa. Ma si sa, quando c’è l’amore di mezzo, non bisogna badare a spese.

Potrebbero interessarti anche