1. Home
  2. Animali
  3. Alimenti e accessori

Guida all'acquisto della spazzola per cani e come usarla

Che sia dal pelo corto oppure lungo, scopri le spazzole in commercio e come usarle. In commercio ce ne sono tante, scegli la più adatta

Alimenti e accessori

Aspirante, autopulente, elettrica, ma anche a guanto e taglia nodi, scegliere una spazzola per cani non è semplice. In commercio ce ne sono tante e ognuna è specifica per il proprio amico a quattro zampe. D’altronde, come una spazzola per capelli, quella per cani è fondamentale per tenerlo sempre in ordine e per evitare che si formano i nodi. Sbagliare il modello è un rischio: può indebolire o rovinare il pelo, per questo bisogna scegliere la più adatta per una giusta toelettatura casalinga.

Allo stesso tempo, però, bisogna anche sapere come si spazzola per bene il cane. Che abbia il pelo corto oppure lungo, liscio, riccio o ispido, l’obiettivo è di mantenerlo pulito. E per di più è necessario abituarlo fin da cucciolo a questa pratica, che va fatta tutti i giorni. Il cane, infatti, spesso ha paura e per rassicurarlo ci vogliono attenzioni e parole affettuose.

Come si spazzola un cane? Prima di farlo, devi avere l’attrezzo giusto. Ecco tutti i consigli per scegliere le spazzole per i cani presenti in commercio.

Come scegliere la spazzola per cani

Prima di scegliere il modello, devi sapere che spazzolare il tuo amico a quattro zampe è importante. Così come il lavaggio settimanale, lo aiuta a eliminare la sporcizia, i batteri e contribuisce a tenerlo sempre in salute. Ma qual è la spazzola più adatta? Se il tuo cane ha il pelo corto, devi scegliere una spazzola di setole di gomma o un guanto, soprattutto per eliminare i peli in eccesso. Al contrario, se il cane ha il pelo lungo, devi scegliere una spazzola con due versi. In che cosa consiste? Il lato con le setole arrotondate serve a sciogliere i nodi ed eliminare i peli in eccesso, quello con le setole lunghe per dare morbidezza.

Quanti tipi di spazzole ci sono

In commercio ci sono tante spazzole per i cani e ognuna ha una particolare funzione. Ecco le più comuni:

  • Spazzola per cani aspirante: serve a rimuovere i peli morti in eccesso e si applica direttamente al tubo dell’aspirapolvere. È una buona soluzione per evitare che i peli si disperdano sul pavimento, oltre a tenere pulito il cane,
  • Cardatore: è senza dubbio uno strumento utile, elimina le impurità ed estirpa – in modo indolore – il sottopelo in eccesso,
  • Spazzola a guanto: i peli morti vengono raccolti dal guanto, basta passarlo sul proprio amico a quattro zampe, anche nel caso di razze di gatti a pelo lungo come il Maine Coon. Raccoglie inoltre i residui ed elimina perciò i batteri,
  • Spazzola taglia nodi: Riduce il pelo in eccesso e rimuove quello infeltrito, senza tirare o strapparlo.

Come si spazzola un cane

Quando scegli la spazzola per cani, devi anche sapere come usarla. È importante seguire i consigli di un esperto veterinario, per non rischiare di sbagliare. Devi pulire il pelo con un pettine, seguendo la direzione del mantello. Parti prima dalla testa e poi passa al resto del corpo, sul dorso, le zampe e la coda. Devi insistere sulle zone più difficili per un risultato migliore e mai contropelo: potresti fare male al tuo cane. Fai particolare attenzione per evitare che ci siano delle ferite sulla cute. Il tuo amico a quattro zampe ha bisogno di cure.

Potrebbero interessarti anche