1. Home
  2. Motori
  3. Carrozzerie

Cos’è il car wrap e quanto costa?

Alla scoperta del car wrap e i suoi costi. Un metodo innovativo e intrigante per personalizzare la propria auto in ogni dettaglio

Carrozzerie

Negli ultimi anni si è particolarmente diffusa la moda del car wrap. Una tendenza che trova terreno fertile soprattutto tra i nuovi possessori di auto (al pari di un’altra nuova tendenza, quella della verniciatura a polvere), quelli con età compresa tra i 20 e i 30 anni, per la prima volta alla guida di un’auto acquistata con i propri risparmi.

Cosa vuol dire però esattamente car wrap? Com’è facile intuire, l’espressione è inglese e far riferimento al “wrapping”, ovvero al gesto di incartare o impacchettare qualcosa. Traslando il significato letterale, ecco dunque che è possibile rivestire la propria auto con della pellicola adesiva, così da decorarla a piacimento, quindi non ha niente a che fare con la riverniciatura dell’auto.

Cos’è il car wrap?

Se in termini generali per car wrap si intende avvolgere la propria auto con delle pellicole, nello specifico è bene sapere che si tratta di un’intrigante, delicata e moderna tecnica di decorazione. È infatti necessario rivolgersi unicamente a degli esperti del settore, evitando di procedere da sé, affidandosi alle proprie abilità, reali o presunte, nel fai da te. Si rischierebbe infatti di ottenere dei risultati deludenti. Per il car wrap vengono utilizzate delle pellicole adesive di ultima generazione, in grado di dare l’idea di un’intrigante carrozzeria e non di un velo poggiato sopra la scocca originaria. Una tecnica affascinante alla vista, che al tempo stesso vanta una funzione pratica di protezione della struttura di base.

Quando ci si sarà stancati degli adesivi applicati, ci si potrà rivolgere a dei centri autorizzati per la rimozione, riscoprendo la colorazione originaria ancora intatta. A distanza di anni ci si potrà dunque godere un’auto dall’aspetto perfetto, come uscita dall’autosalone, senza neanche bisogno di ricorrere a un’ulteriore lucidatura.

Al di là della protezione da polvere e piccole rigature, il vero motivo per il quale optare per il car wrap è senza dubbio il poter vantare un’auto dallo stile inconfondibile. Si tratta di un acquisto emozionale, di un modo innovativo per prendersi cura del proprio veicolo. Si avrà modo di optare tra centinaia di colorazione e finiture, avendo la certezza di spiccare tra la massa di mezzi in città, distanziandosi da quelle che sono le opzioni di fabbrica.

Car wrap: i costi

Quali sono i prezzi del car wrap? In molti ritengono che un’operazione del genere sia particolarmente cara. La sensazione viene data dal fatto che si tratta di un decoro del tutto opzionale, dedicato principalmente ai veri appassionati. Un ambito di nicchia che però sa regalare una piacevole sorpresa. Se infatti il cambio della vernice di un’auto può costare anche 3.000 euro, così come optare per delle finiture molto particolare può far salire il costo a 7.000 circa, il car wrap è molto più economico.

È un modo per aggirare le leggi del mercato, ottenendo al tempo stesso un’assoluta personalizzazione. Svariati i parametri di cui tener conto, come il tipo di pellicola e il volume dell’auto. Volendo proporre degli esempi pratici però, è bene sapere come il tetto di un’auto di medie dimensioni comporti un costo tra i 300 e i 350 euro.

Qualora si voglia oscurare i propri vetri posteriori invece si affronterà una spesa tra i 250 e i 300 euro. Una delle auto più diffuse in Italia è la Fiat Panda, che richieste un costo per il car wrap pari a 1.100 euro circa. A questi occorre aggiungere altri 600 euro per una Wolkswagen Golf, mentre una BMW X5, di dimensioni ben maggiori, comporta un prezzo di 2.200 euro circa.

Potrebbero interessarti anche