1. Home
  2. Motori
  3. Servizi

Auto ibrida: cosa sapere sulla manutenzione della batteria

Sempre più le persone si indirizzano verso l'auto ibrida, soprattutto per salvaguardare l'ambiente. Ma come mantenere la batteria? Scoprilo in questo articolo

Servizi

Le auto ibride si stanno sempre più diffondendo sul mercato, si tratta di quelle vetture dotate di due motori differenti: uno solitamente a benzina e l’altro elettrico. Le due unità propulsive lavorano insieme, rilasciando reattività e potenza. I modelli di auto ibride presenti oggi nei listini di tutti i brand del settore sono molti rispetto al passato, in cui praticamente si potevano contare sulle dita di una mano.

Quando si decide però di comprare un’auto ibrida, ci sono differenti informazioni che è importante sapere. È fondamentale conoscere infatti quali sono i maggiori controlli di cui necessita una vettura di questo tipo e quali sono quindi i costi di manutenzione. Le auto ibride non posseggono solo due motori, ma anche un pacco batterie: uno degli elementi più costosi della vettura, che giustifica infatti i prezzi più elevati dei modelli ibridi, rispetto a quelli a benzina. Chiaramente tutti questi elementi in più rispetto a una macchina tradizionale si traducono in un impatto differente sui costi di manutenzione, che è necessario tenere in considerazione.

Batterie delle auto ibride: i prezzi

Le batterie delle auto ibride, comprese generalmente tra i 24 e i 30 kWh, hanno un prezzo di circa 4-5.000 euro, che può salire, fino a superare addirittura i 10.000 euro nel caso in cui la batteria offra un’autonomia particolarmente elevata. Come possiamo quindi notare, il costo della batteria incide moltissimo sul prezzo finale dell’auto, per questo differenti Case oggi propongono anche il noleggio del pacco batteria per le vetture ibride e elettriche.

Tipologie di auto ibride: cosa sapere

Le auto ibride, anche i modelli più economici, sono vetture in grado di ridurre le emissioni di CO2, senza rinunciare completamente al motore termico. Sono macchine che rispettano quindi maggiormente l’ambiente, non inquinano eccessivamente l’aria, consentono oltretutto di ridurre i consumi e risparmiare. Sono auto facili da guidare e manovrare e si distinguono in full, mild e plug-in hybrid.

Le prime procedono grazie alla spinta del motore elettrico, le prestazioni e l’autonomia dipendono dalla potenza della batteria. Le plug-in sono uguali, ma montano batterie più potenti, per percorrere in elettrico anche fino a 60 km. Nelle vetture mild hybrid invece il motore elettrico funziona solo in alcune fasi, come l’accensione e l’andatura a bassi regimi. 

Manutenzione auto ibride: cosa bisogna sapere

Come abbiamo detto, le auto ibride hanno due motori: uno termico e uno elettrico. Nonostante questa differenza rispetto alle vetture tradizionali, gli intervalli entro i quali procedere alla manutenzione della macchina restano invariati, e anche le verifiche da effettuare:

  • tagliando auto ibrida, le tempistiche sono le stesse delle macchine normali, chiaramente cambiano i controlli che vengono effettuati, visto che bisogna verificare anche l’efficienza del motore elettrico. Per quanto riguarda i costi, potrebbero aumentare del 10% circa rispetto ai veicoli tradizionali;
  • anche per la revisione le procedure sono identiche;
  • controllo batteria, si tratta di elementi che vengono garantiti fortunatamente per molti anni, visto il costo così elevato (come abbiamo visto, di più migliaia di euro). Durante il ciclo di vita medio di un’auto, non danno generalmente alcun problema.

Potrebbero interessarti anche