1. Home
  2. Animali
  3. Allevamento

Come addestrare il gatto alla convivenza con un altro animale

State programmando di prendere un altro animale oltre al gatto? Ecco alcuni utili accorgimenti per addestrare il gatto alla convivenza con un altro gatto o cane

Allevamento

Il gatto è un animale che, nella maggior parte dei casi, risulta essere particolarmente territoriale e attaccato a quelli che sono i suoi affetti: casa, pappa e famiglia. Come addestrare il tuo gatto per evitare l’insorgenza di problemi nel momento in cui subentra un nuovo componente a quattro zampe?
Scopri in questo articolo come abituarli a vivere insieme evitando spiacevoli conflitti tra loro.

Step 1: separazione

Decidere di adottare e prendersi cura di un nuovo animale domestico è sempre un gesto di grande amore e bontà d’animo. Possono però insorgere problemi nel momento in cui, in famiglia, risieda già un gatto, specie se anziano. Per addestrare il gatto la parola d’ordine deve essere “pazienza”: non essere frettolosi di far interagire i due animali tra loro. Senza un’adeguata preparazione, gli animali potrebbero sviluppare attriti reciproci, talvolta irrisolvibili.
Appena il nuovo adottato entra in casa, la cosa migliore da fare è metterlo in un ambiente separato: una stanza piuttosto grande con a disposizione tutto ciò che potrebbe necessitare (cibo, acqua, lettiera, giocattoli).

Step 2: esplorazione

Piano piano e con molta accortezza, bisognerà iniziare a far conoscere reciprocamente i due animali. La cosa migliore da fare è lo “scambio di ambienti”: mettere il gatto di casa nella stanza in cui alloggiava il nuovo arrivato e viceversa.
In questo modo entrambi potranno esplorare, annusare e prendere confidenza con l’odore dell’altro. Il fiuto, per il gatto, è il senso più importante: gli consente di conoscere le caratteristiche dell’altro, così da rendere meno traumatico quello che sarà il loro primo incontro.

Step 3: avvicinamento e convivenza

Ora entrambi gli animali sapranno di non essere i soli ad abitare in quella casa. Bene: è venuto il tanto atteso momento di farli incontrare. Il loro primo incontro dovrà avvenire tramite una porta semiaperta. Grazie al piccolo spazio lasciato dalla porta i due animali potranno poco a poco avvicinarsi, annusarsi e scoprirsi.
Non c’è da stupirsi se inizialmente uno dei due avrà un atteggiamento ostile nei confronti dell’altro: sta solo difendendo il proprio territorio.
Continuando pazientemente con questo esercizio, riuscirete finalmente ad aprire completamente la porta facendo interagire i due animali nello stesso ambiente.
Se il tutto verrà fatto in maniera graduale e poco impattante, in breve tempo i due si abitueranno alla reciproca presenza, stroncando sul nascere potenziali conflitti e avviando una felice e giocosa convivenza.

Piccoli accorgimenti da adottare

Per evitare gelosie da parte di entrambi gli animali, ci sono alcuni piccoli accorgimenti da adottare, oltre l’addestramento.
In primis, mai costringerli alla condivisione forzata: entrambi dovranno avere a disposizione un propria ciotola in cui mangiare e bere, una propria lettiera e delle proprie cuccette in cui potersi riposare. In questo modo nessuno dei due avvertirà l’altro come un “nemico” che invade il proprio territorio.
Seconda cosa, ma non per importanza, impegnerà voi padroni in prima persona: dovrete elargire lo stesso amore, lo stesso affetto e le stesse cure ad entrambi i vostri amici pelosi, così che nessuno dei due si possa sentire trascurato o privato di tutto il bene che – in quanto amico a quattro zampe – indiscutibilmente merita.

Seguendo questi pochi e semplici passaggi, senza fretta e con le dovute accortezze, addestrare il tuo gatto alla convivenza con un altro animale sarà un gioco da ragazzi!

Potrebbero interessarti anche