1. Home
  2. Motori
  3. Cura Auto e Moto

Pressione gomme dello scooter: qual è il valore giusto

Per chi ha una moto o uno scooter è fondamentale tenere sempre sotto controllo la pressione delle gomme. Leggi questa guida per capire come farlo al meglio

Cura Auto e Moto

Gli pneumatici, che siano dell’auto, della moto o dello scooter, hanno bisogno della giusta manutenzione, di controlli periodici e, se serve, anche di essere cambiati.

È molto importante mantenerli sempre alla pressione esatta e quindi fare questa tipologia di verifica almeno due volte al mese e prima di ogni viaggio. La misurazione deve essere fatta a pneumatici freddi e la pressione non deve essere né troppo alta né troppo bassa, ci sono delle importanti ragioni, vediamole di seguito.

Pressione delle gomme dello scooter troppo bassa: i rischi

Gli pneumatici dello scooter troppo sgonfi possono essere pericolosi, oltre ad aumentare la sensazione di pesantezza della moto. Le gomme in questo stato si consumano in modo irregolare e maggiormente sui fianchi, si rischia di danneggiare la carcassa.

Gli pneumatici troppo sgonfi e deformati possono portare a perdite di aderenza improvvise e quindi difficoltà per il pilota. Con una pressione troppo bassa cambia la direzionalità e si consuma più carburante, visto il maggiore attrito. Si possono usare anche dei sensori di controllo per vedere a che punto sta la pressione degli pneumatici.

Pressione delle gomme dello scooter troppo alta: a quali problemi si va incontro?

Purtroppo i rischi sono elevati anche quando la pressione degli pneumatici della vostra moto è troppo alta rispetto a quanto dovrebbe essere.

I pericoli sono:

  • rottura delle gomme in caso di urto;
  • consumo irregolare del battistrada, sollecitato maggiormente al centro;
  • minore grip sull’asfalto;
  • comfort di marcia molto limitato;
  • diminuisce l’aderenza, con conseguenze che possono essere gravi.

Pressione delle gomme dello scooter: ogni quanto va controllata

Gli pneumatici delle moto e degli scooter andrebbero controllati almeno ogni 15-20 giorni. Per farlo è necessario avere un manometro ben tarato e collegarlo alla valvola uscente da ogni cerchione. Chiaramente le gomme andranno gonfiate con maggiore frequenza a seconda dell’utilizzo dello scooter e della condizione degli pneumatici stessi.

Qual è la pressione esatta alla quale gonfiare gli pneumatici dello scooter?

Esiste un valore corretto da rispettare per la pressione delle gomme dello scooter, in genere viene segnato sul libretto di circolazione del veicolo. Chiaramente può anche subire delle variazioni di bassa entità, a seconda di differenti condizioni, tra cui principalmente la temperatura atmosferica.

Infatti, tra estate e inverno, la variazione di pressione è di circa 0.1 bar, a favore della stagione fredda. Il calore delle giornate estive scalda gli pneumatici, che si espandono maggiormente.
La gomma davanti ha una pressione di 0.2 bar inferiore rispetto a quella posteriore, in media i valori esatti dovrebbe essere di circa 2.2 bar per lo pneumatico anteriore, 2.4 bar per quello dietro.

Gonfiare le gomme dello scooter: quale strumento utilizzare

Ogni moto ha un kit di riparazione per la manutenzione delle gomme. Alcune dispongono di due bombolette, una per riparare uno pneumatico danneggiato e l’altra per gonfiare le gomme. Altri invece preferiscono utilizzare sempre il compressore, che sicuramente è meno pratico e deve essere collegato alla batteria della moto, ma permette di gonfiare molto bene gli pneumatici.

Potrebbero interessarti anche