1. Home
  2. Food
  3. Ricevimenti

Wedding planner: compiti e costi

Un wedding planner prende sulle proprie spalle tutte le incombenze degli sposi. Ecco alcuni consigli utili per scegliere il professionista giusto

Ricevimenti

Organizzare un matrimonio non è certo una delle cose più semplici: sono talmente tante le cose a cui pensare che a volte la coppia ne esce prostrata. Per questo a volte può essere utile rivolgersi a un wedding planner, un professionista nell’organizzazione di eventi, che sappia esattamente quello che c’è da fare e che si occupi di tutto, togliendo ai futuri sposi tutto lo stress della pianificazione.

Cosa fa un wedding planner?

Molti si chiederanno: ma un wedding planner cosa fa? Semplicemente prende sulle proprie spalle tutte le incombenze degli sposi: la scelta di tanti dettagli fondamentali, dalla location agli allestimenti floreali, dalla scelta del menù al reperimento delle bomboniere, e via di seguito. Naturalmente il tutto va concordato con gli sposi che periodicamente si confrontano con il proprio wedding planner. Avere un peso in meno sulle spalle permetterà agli sposi di potersi dedicare alle cose più piacevoli dell’organizzazione delle nozze, come provare l’abito, scegliere il menù, ecc. Anche per questo, quando si contatta un wedding planner, si dovrà avere chiaro cosa si vuole seguire in prima persona e cosa si vuole invece delegare all’organizzatore esterno.

Altro compito fondamentale del wedding planer è di espletare le pratiche burocratiche, di occuparsi degli allestimenti, sia in chiesa sia alla location, di preparare i libretti per la cerimonia, di far preparare le bomboniere e gli inviti scelti dagli sposi, di organizzare la tavola della confettata. Si dovrà inoltre occupare di tenere i contatti con i fornitori, di organizzare gli spostamenti della coppia, di preparare il tableu de marriage, di scegliere il miglior fotografo, ecc. Insomma, una grande fetta di incombenze che la coppia si può risparmiare.

La scelta del wedding planner

Per scegliere a quale wedding planner rivolgersi si dovranno valutare diversi fattori. Innanzitutto cercare tra quelli che sono localizzati nella propria zona o che comunque vi abbiano un punto d’appoggio può essere una scelta importante, in quanto sarà più semplice poi riuscire a organizzare degli incontri per pianificare le varie fasi dell’organizzazione delle nozze.

Il controllo del budget

Uno dei compiti fondamentali del wedding planner è quello di impostare ogni cosa affinché gli sposi rispettino il budget prefissato. Controllando ogni singola voce di spesa. Questo è importante, perché nell’organizzazione del matrimonio fai da te spesso si rischia di uscire dal seminato, in quanto non si sa bene come muoversi. Invece il wedding planner sa bene cosa fare e come gestire la situazione in modo da non sforare. Anzi, questa figura spesso consente addirittura di risparmiare su alcuni dettagli, grazie al fatto che possiede una rete di contatti che gli consentono di offrire dei pacchetti agli sposi.

Insomma, possiedono un’ampia possibilità di accedere a scontistiche che ai singoli sposi non sarebbero concessi, ma a cui in questo modo possono accedere: dal servizio fotogafico all’allestimento floreale, dalle bomboniere alle partecipazioni, e via di seguito. Ma il wedding planner che costi ha? Naturalmente dipende dal tipo di servizio che gli si richiede. Mediamente la gestione di tutta l’organizzazione del matrimonio e il coordinamento durante la giornata si aggira tra i 1.500 e i 2.500 euro.

Potrebbero interessarti anche