1. Home
  2. Salute
  3. Omeopatia

Tutto sui rimedi omeopatici per combattere la ritenzione idrica

Quali sono i migliori rimedi omeopatici per combattere la ritenzione idrica? Oltre a delle regole alimentari e comportamentali da seguire, ecco dei consigli

Omeopatia

La ritenzione idrica è un fenomeno che si verifica quando si manifesta un accumulo d’acqua nel corpo o in alcune parti specifiche. Questo inestetismo colpisce soprattutto le donne e può essere origine di patologie cardiache e renali, oltre che uno dei principali responsabili di cellulite, gambe gonfie e pelle a buccia d’arancia. La ritenzione idrica è la conseguenza di uno stile di vita squilibrato, che tuttavia può essere rettificato ricorrendo a semplici rimedi omeopatici come quelli che stiamo per consigliarvi.

Che cos’è la ritenzione idrica?

Soprattutto con l’avvento della bella stagione è facile ritrovarsi a camminare a lungo, avvertendo dolori – talvolta molto forti – alle gambe e ai piedi, che si gonfiano evidentemente. Se anche la pipì scarseggia, poi, i sintomi sono chiari: soffri di ritenzione idrica. L’organismo trattiene i liquidi causando un ristagno, che tende ad accumularsi nelle aree più predisposte al deposito dei grassi come ad esempio le cosce, l’addome e i glutei.  Una ritenzione idrica grave può arrivare a causare manifestazioni edematose sulle aree colpite, oltre che rigidità articolare e grandi oscillazioni di peso, fino a una taglia.

Chi non si prende cura della ritenzione idrica tende a sviluppare anche la cellulite. L’accumulo di liquidi e il sovrappeso sono fenomeni legati, ma solitamente è l’aumento di peso che rende difficile il drenaggio dei fluidi, causando problemi di smaltimento.

Tra le cause della ritenzione idrica, oltre al sovrappeso, ci sono anche la vita sedentaria, la stipsi, squilibri ormonali (provocati anche da pillole anticoncezionali), cattiva circolazione, alimentazione squilibrata o troppo ricca di sale.

Rimedi omeopatici e naturali per la ritenzione idrica

Tutti i rimedi qui sotto menzionati dovrebbero essere associati a uno stile di vita sano e attivo e una dieta iposodica per poter esprimere il loro massimo potenziale:

  • Il tè verde. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, il tè verde stimola il metabolismo e ha un’azione drenante che permette di rimuovere i liquidi in eccesso e, allo stesso tempo, depurare l’organismo. Per un effetto visibile è consigliabile assumere circa 3 tazze al giorno.
  • Succo di mirtillo. Buono, fresco e ricco di proprietà antiossidanti, vitamine e minerali. Usa il succo di mirtillo se la tua ritenzione idrica è legata a problemi di circolazione, così da liberare il tuo corpo dalle tossine e ottenere un intervento mirato sulle funzionalità capillari.
  • Il tarassaco. Il dente di leone è un depurativo con spiccata azione drenante: non è un caso se la tradizione naturale lo definisce piscialetto! Foglie e radici stimolato l’attività biliare, renale ed epatica e aiutano il corpo a svolgere le sue regolari azioni drenanti.
  • La betulla. Da assumere in decotto, succo o linfa, la betulla è forse uno dei diuretici più popolari. Nelle sue foglie sono contenuti sali di potassio e flavonoidi, elementi essenziali all’eliminazione dell’acqua in eccesso. Molti decotti vengono inoltre utilizzati nelle diete detossinanti, per purificare il corpo dalle scorie.
  • Centella. Particolarmente indicata per combattere gonfiori e pesantezza delle gambe, la centella è un toccasana anche per ridurre la fragilità capillare e rigenerare le strutture epidermiche. Disponibile in polvere, fiale e gocce.

Queste sono solo alcune delle erbe e delle soluzioni omeopatiche che possono venirti consigliate per combattere la ritenzione idrica, e di gran lunga le più popolari ed efficaci.

Potrebbero interessarti anche