1. Home
  2. Salute
  3. Dove mi curo

Tutto quello che c'è da sapere sul Pap Test

Il Pap test è un esame cui le donne devono sottoporsi con costanza per prevenire il tumore al collo dell’utero. Ecco cosa c’è da sapere riguardo la preparazione e lo svolgimento dell'esame

Dove mi curo

Il Pap Test è un esame di screening che viene in genere effettuato durante la normale visita ginecologa cui le donne si sottopongono durante l’anno. Si tratta di un’operazione di routine, che, come la visita senologica, non comporta nessun rischio per la paziente e che, anzi, deve essere effettuata almeno una volta ogni dodici mesi come prevenzione. Il pap test è altra cosa rispetto al controllo ginecologico: va richiesto espressamente al proprio medico curante – anche se spesso sarà proprio lui a consigliarlo – e solitamente il suo costo non è compreso in quello della classica visita.

Quando bisogna fare il Pap Test?

Innanzitutto va sfatato un mito: il Pap Test non va eseguito solo nelle donne che lamentano qualche disturbo come mal di testa o sintomi premestruali particolarmente intensi cui non riescono a porre rimedio. Ovviamente in questi casi è assolutamente consigliato – e, anzi, dovremmo dire necessario – ma non bisogna presentare qualche patologia per richiederlo.

Come altre valutazioni mediche quali la mappatura dei nei, è importante rispettare i richiami periodici evitando di far passare troppo tempo da una seduta all’altra. Il Pap Test, infatti, si effettua anche in donne perfettamente sane al fine d’individuare tempestivamente eventuali tumori al collo dell’utero, oppure sintomi che potrebbero portare al suo sviluppo. Non è un caso che l’introduzione di questo screening e la sua diffusione abbiano portato a una significativa riduzione della mortalità per questo tipo di malattia, diminuita drasticamente nel corso degli ultimi anni.

A che età si fa il Pap test? I medici lo consigliano a partire dal 25esimo anno di età, e in ogni caso a partire dal primo rapporto sessuale. Il tumore al collo dell’utero, infatti, spesso si sviluppa a causa di particolari ceppi del Papilloma Virus, ossia un tipo d’infezione che viene trasmessa alla donna in seguito ai rapporti. Per questo è importante che, anche se si hanno meno di 25 anni, si effettui l’esame in caso si sia già sessualmente attive.

Come si svolge il Pap Test

Come si fa il Pap Test? Si tratta di un esame indolore che viene effettuato dal ginecologo in pochissimi minuti. Durante la visita il medico dilata l’apertura vaginale con lo speculum e inserisce un’apposita spatola con un bastoncino ricoperto di ovatta. Tramite questo, procederà a raccogliere il muco dal collo dell’utero e dal canale cervicale. In seguito sarà effettuato un esame citologico in laboratorio: i risultati vengono in genere forniti alla paziente dopo una settimana dalla visita.

Una cosa che le donne si chiedono spesso è: il Pap Test è doloroso? La risposta è no, questo tipo di esame non comporta alcun male fisico per le donne. Nonostante questo, è possibile provare un po’ di fastidio nel momento del prelievo con il tampone. La cosa migliore da fare è respirare profondamente e rilassarsi: il Pap Test è molto veloce, e in men che non si dica ci si può rivestire e tornare alla vita di tutti i giorni.

Il Pap Test può essere richiesto anche da ragazze vergini che non abbiano avuto il primo rapporto sessuale. Ovviamente quest’informazione va comunicata al medico: l’esame, infatti, avrà modalità diverse rispetto a quello delle altre pazienti. Non è detto che lo screening abbia buon fine, e il risultato può essere inattendibile vista la difficoltà di prelevare il materiale dal collo dell’utero e dal canale cervicale.

Il Pap Test non può essere fatto durante il ciclo mestruale. Bisogna attendere almeno tre giorni dalla fine del flusso, e va fatto massimo entro una settimana dalla data del suo inizio. Il costo del Pap Test non è elevato: in genere varia dai trenta ai cinquanta euro, mentre negli ospedali pubblici è gratuito.

Potrebbero interessarti anche