1. Home
  2. Salute
  3. Medicina specialistica

Tipi di mal di testa: tutto quello che devi sapere

Il mal di testa non è mai uno solo per tutti. Ecco quali sono tutte le tipologie e come intervenire a seconda dei sintomi che si manifestano

Medicina specialistica

Quando si parla di mal di testa di solito s’intende un dolore generico che interessa il nostro capo, ma saperlo riconoscere e dargli un nome può aiutarci a individuarne le cause, trovare la cura e quindi risolvere o tenere a bada il problema. In questo articolo approfondiremo l’argomento dividendo i vari tipi di mal di testa e individuando quali sono i più preoccupanti.

Innanzitutto, il mal di testa può essere un sintomo di un’altra patologia e in questo caso si parla di cefalea secondaria o cefalea sintomatica, oppure essere essa stessa la malattia e viene chiamata cefalea primaria o cefalea essenziale.

Cefalea a grappolo

Questo tipo di mal di testa si presenta con un dolore molto intenso localizzato su un lato della testa, destro o sinistro, di solito vicino alle tempie. Il livello del dolore può essere aumentato dal bruciore agli occhi. Non può essere completamente debellato, ma ci sono delle abitudini che possono aiutare a ridurre il numero degli attacchi e la loro intensità. E’ buon consiglio dormire sempre alla stessa ora, spegnendo qualsiasi dispositivo elettronico, almeno un’ora prima di dormire. Evitate il fumo e non esagerate con gli alcolici.

Mal di testa da sinusite

Chi soffre di questo disturbo sa che si presenta con un forte dolore nella zona frontale e del setto nasale. Gli altri sintomi di questo fastidioso problema sono febbre, brividi, difficoltà respiratorie, pressione e sofferenza intorno ai bulbi oculari, agli zigomi e all’arcata dentale superiore. Per curare la sinusite si usano l’aerosol o suffumigi, mentre in caso di sintomi gravi e cronici che compromettono la qualità della vita, è importante prendere in considerazione l’idea di eseguire l’intervento per il setto nasale deviato. Vi raccomandiamo sempre di consultare un medico e trovare con lui la terapia più adatta per risolvere il problema.

Emicrania senza aura

Si manifesta più di frequente al risveglio. Colpisce, in particolare, le donne e seppur non siano pienamente certe le cause, si pensa che i fattori scatenanti possano essere ricondotti a stress, ovulazione, ciclo mestruale, eccesso o difetto di sonno e un’alimentazione non adeguata. In media, compare dall’1 alle 4 volte al mese e colpisce il capo unilateralmente, sviluppandosi nella zona frontotemporale fino a capo e collo. I soggetti che ne soffrono in maniera cronica manifestano fastidi per la luce, per i rumori e, in alcuni casi, anche per gli odori. L’emicrania senza aura è preceduta, nelle ultime ore della giornata prima, da sintomi cosiddetti prodromici: irritabilità, stanchezza e repentini sbalzi umorali.

Emicrania con aura

Il più conosciuto tra i vari tipi di mal di testa è sicuramente l’emicrania con aura, ma al contrario di ciò che si pensa non è il più diffuso. Il dolore può focalizzarsi su uno o su entrambi i lati della testa, destro o sinistro, e può essere peggiorato dalla luce e dal rumore. Nei casi più gravi possono comparire anche sintomi come nausea, vomito e reflusso gastroesofageo. Per i casi di emicrania con aura potrete anche percepire disturbi visivi e formicolii su tutto il corpo. Quando venite colpiti vi consigliamo di riposarvi in una stanza buia e silenziosa e per limitare il problema assumete integratori per le difese immunitarie  a base di magnesio.

Cefalea di tipo tensivo

Questa è la più frequente tra le cefalee (ma meno famosa dell’emicrania). Viene anche chiamata cefalea muscolo-tensiva, perché una delle sue possibili cause potrebbe essere la contrazione dei muscoli del capo e del collo. Si presenta come una morsa che stringe la testa e tra le possibili cause ci sono: lo stress, l’ansia e la depressione. Dopo avervi indicato le cause va da sé che quello che vi serve in questo caso sono delle tecniche di rilassamento. Quindi via libera allo yoga con tutti i suoi benefici e a dei cicli di massaggio per alleviare la tensione muscolare.

Mal di testa da cervicale infiammata

La postura scorretta, spesso per troppe ore davanti al computer in ufficio o lavori pesanti dove si trascorre molto tempo in piedi, è tra le prime cause della cervicale infiammata. Un dolore comune che, a fine giornata, sfocia nel mal di testa diffuso dalla zona dietro della nuca fin verso l’alto, prendendo il lato destro o il lato sinistro del capo, come la cefalea a grappolo. I dolori cervicali, portati da cervicalgia o da artrosi cervicale, si diffondono fino alle spalle e, quando cronici, diventano debilitanti compromettendo la normale qualità della vita. In questo caso, è bene rivolgersi a uno specialista.

Nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è un disturbo doloroso localizzato in un’area del volto. Con trigemino, si intendono due nervi simmetrici sul lato destro e sul lato sinistro del capo che trasportano al cervello informazioni di senso. Quando uno dei due nervi si infiamma, il dolore prende il lato destro o sinistro del capo sfociando in un mal di testa debilitante. Ne esistono di tre tipi:

  • TN1: il più diffuso, comporta dolore lancinante e non costante;
  • TN2: detto atipico, si manifesta con dolore intenso, continuo e, in alcuni casi, con sensazione di bruciore;
  • STN: il dolore sintomatico, nasce da altre patologie come la sclerosi multipla.

L’intensità del dolore per chi è affetto da nevralgia del trigemino rappresenta un problema nella conduzione delle normali attività quotidiane e, nei casi peggiori, sfocia in crisi depressive.

Cefalea oftalmica

La cefalea oftalmica si manifesta come male alla testa e agli occhi. Viene preceduta da sintomi che coinvolgono la vista come lampi di luce, bagliori colorati e annebbiamento. Molto spesso, sono gli occhi stessi la causa di questo dolore soprattutto per coloro che passano molte ore davanti al computer in condizioni di luce non ottimali. Si manifesta con indolenzimento del collo, nausea, senso di vertigine e difficoltà di messa a fuoco di persone e oggetti. Anche i difetti della vista, come miopia, astigmatismo o ipermetropia, possono rivelarsi responsabili di questo tipo di mal di testa. Come cefalea sintomatica, può rivelarsi indice di un’infiammazione del nervo ottico.

Potrebbero interessarti anche