1. Home
  2. Salute
  3. Fisioterapia

Quali sono gli sport consigliati per chi soffre di scoliosi?

Avere la scoliosi lombare è sempre un gran problema, ma per cercare di ridurla è possibile praticare alcuni sport per rinforzare i muscoli della schiena

Fisioterapia

La scoliosi colpisce sia le ossa della colonna vertebrale che quelle del bacino, è una patologia che ne causa la distorsione. Svariati sono i trattamenti che impediscono l’avanzamento della modificazione delle ossa e lo sport ne viene tirato in causa.

Lo sport si presenta essere come una delle soluzioni migliori per evitare il peggioramento della distorsione. Non tutte le attività sportive sono idonee, vediamo quali possono essere quelle consigliabili. Fare sport con la scoliosi è possibile ed è importante farlo, vediamo perché è importante unire l’utile al dilettevole, perché si possono ottenere solo benefici.

Scoliosi: quali sono le principali tipologie?

Innanzitutto, è bene segnalare che esistono varie tipologie di scoliosi, di seguito elencate:

  • atteggiamento scoliolitico: deviazione lieve della colonna vertebrale, è curabile perché presenta vertebre sane che non rischiano di fratturarsi; In questo caso, lo sport è decisamente utile per ridurre la deviazione, ma scegliendo comunque la giusta attività sportiva;
  • scoliosi propriamente detta: deviazione della colonna vertebrale più accentuata e comporta un importante rischio di frattura delle vertebre; In questo caso, è necessario utilizzare il busto ortopedico, che ha lo scopo di correggere le ossa e deve essere indossato per più ore consecutive durante l’arco della giornata.

L’utilizzo del busto ortopedico correttivo abbinato a una costante attività fisica rappresenta un ottimo binomio per aiutare lentamente la colonna a tornare alla sua posizione originale. Questo avviene perché lo sport tonifica e rafforza la muscolatura del tronco.

Quali sono gli sport consigliati e quelli sconsigliati?

Bisogna dire che è importante evitare che il corpo subisca uno sforzo eccessivo: sono consigliabili attività sportive che contrastano la forza di gravità correndo e saltando, come nel caso del calcio, del tennis e della pallanuoto. Stesso discorso vale per gli sport asimmetrici come il tennis e la scherma. Il nuoto, contrariamente a quello che si pensa, che possa ridurre la gravità della scoliosi, non è consigliabile perché provoca mal di schiena. Stesso discorso vale per la danza classica, perché è stato studiato che potrebbe provocare lesioni alla colonna vertebrale, soprattutto se le vertebre sono a rischio frattura.

Come è possibile allenarsi con la scoliosi?

L’attività fisica e lo stretching aiutano sicuramente ad alleviare sia il dolore che a rafforzare i muscoli della schiena, ciò che bisogna tenere in considerazione sono gli esercizi da evitare assolutamente. Lo stretching è importante per alleviare la tensione dei muscoli, l’ideale sarebbe piegarsi nella direzione della curva delle vertebre o allungare le braccia sui fianchi e con i palmi in avanti. Puoi anche stare con i piedi con le braccia davanti al petto e tirarle all’indietro comprimendo le scapole. Tutti quegli sport che sono mobilizzanti incrementano la scoliosi, per esempio la ginnastica artistica e ritmica, soprattutto se praticate a livello agonistico.

Stesso discorso vale per il nuoto, che a lungo tempo causa l’appiattimento della colonna vertebrale toracica. Una ricerca tenuta dall’International Society for the Study of the Lumbar Spine, presentata dall’istituto scientifico italiano, sulla colonna vertebrale ha dimostrato come il nuoto non possa essere considerato una cura per la scoliosi. È consigliabile, invece, correre a distanze ridotte.

Potrebbero interessarti anche