1. Home
  2. Salute
  3. In farmacia

Prurito in tutto il corpo: cause e possibili soluzioni

Sono molte le cause che scatenano prurito in tutto il corpo ed è importante non sottovalutarle per prevenire malattie, anche serie. Scoprile in questo articolo

In farmacia

A chi non è mai capitato di essere assalito da un improvviso prurito su tutto il corpo? Si tratta di un fastidio particolarmente diffuso, ma che in alcuni casi non deve essere preso alla leggera. La pelle è infatti uno degli organi più estesi del nostro corpo e assolve funzioni molto importanti: campanelli d’allarme come il prurito non possono essere quindi ignorati, soprattutto se non se si tratta di una condizione che sta progressivamente diventando cronica.

Ma quando è il caso di allarmarsi? E quali sono i sintomi che non possiamo ignorare? Proviamo a capire quali possono essere le cause e i rimedi del prurito in tutto il corpo.

Le possibili cause del prurito

Molto spesso le cause del prurito sono da riscontrarsi in fattori esterni. Agenti atmosferici come forte caldo o freddo possono rendere la pelle secca e screpolata, accentuando la sensazione di pizzicore. Metalli, detergenti chimici e alimenti possono essere invece all’origine di allergie ed eczemi, che si manifestano oltre che con una forte sensazione di prurito anche con arrossamenti e sfoghi cutanei. Infine anche l’orticaria, vera e propria eruzione cutanea generata da determinati cibi o farmaci, provoca formicolio, rossore e rottura di vasi sanguigni.

In alcuni casi il prurito diffuso può accompagnare invece situazioni e stati d’animo specifici. Lo stress, ad esempio, potrebbe avere effetti negativi non solo sulla nostra psiche ma anche sul nostro fisico con eruzioni cutanee e conseguente prurito. Lo stesso effetto potrebbe essere legato anche a una gravidanza: i cambiamenti ormonali nel periodo di gestazione solitamente generano condizioni di prurito soprattutto in corrispondenza del seno, dell’addome o delle parti intime.

Ci sono infine situazioni in cui il prurito è collegato a patologie ben più gravi. È il caso dei disturbi legati al fegato, come calcoli delle vie biliari o epatite, che generano accumulo di sali biliari nel circolo sanguigno e conseguente prurigine. Anche alcune malattie ematologiche come anemia, linfoma di Hodgkin e leucemia possono manifestarsi con pizzicore e formicolio in tutto il corpo, esattamente come insufficienza renale e diabete. In questi casi, però, il prurito è solitamente accompagnato da altri sintomi come intensa sudorazione, stanchezza e secchezza cutanea.

Diagnosi e cura del prurito diffuso

Se vi rendete conto che il prurito non si limita ad episodi isolati ma diventa un elemento costante nella vostra routine è il caso di rivolgersi a un medico, soprattutto in presenza di patologie pregresse come la rinite allergica, la candida vaginaleinfiammazioni causate da piercing o altri corpi estranei.

Lo stesso vale nel caso di problematiche che interessano la salute della cute, come la forfora o altre condizioni che provocano prurito del cuoio capelluto. In alcuni casi sarà sufficiente un’analisi sintomatologica per arrivare ad una diagnosi, in altri, invece, lo specialista potrà richiedere delle specifiche analisi del sangue per fugare ogni dubbio sulla causa del disturbo.

Il trattamento dipende chiaramente dalla causa scatenante del prurito. Se è generato da fattori esterni saranno sufficienti piccoli accorgimenti come l’utilizzo di indumenti di cotone o in fibre naturali o di cosmetici delicati ed idratanti per evitare secchezza cutanea.

Se l’origine del prurito è una malattia infettiva il trattamento prevede l’utilizzo di farmaci antimicrobici, mentre nelle dermatiti allergiche vengono spesso utilizzati farmaci antistaminici o cortisonici. In presenza di patologie più gravi, infine, sarà lo specialista a valutare le cure più idonee da seguire dopo aver comunque eseguito analisi approfondite.

Potrebbero interessarti anche