1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Piorrea: prevenzione, cause e cura

Piorrea è un termine antico dell’odontoiatria, ma che viene ancora usato per indicare quella patologia che interessa il parodonto, ovvero la parte della bocca in cui i denti sono collegati alle ossa mascellari

Cura dei denti

Oggi, grazie alle nuove tecnologie odontotecniche, esistono delle cure efficaci per guarire dalla piorrea. Tuttavia, sono riconosciuti dalla comunità medica anche determinati rimedi naturali, spesso prescritti per alleviarne i sintomi e velocizzarne la guarigione. S

Piorrea: cause e sintomi

Le cause principali della piorrea sono sicuramente la placca e il tartaro che, a loro volta, si creano all’interno della bocca perché non vengono eseguite le corrette procedure d’igiene dei propri denti: ad esempio non si lavano tre volte al giorno, non si passa il filo interdentale, non si esegue annualmente una pulizia professionale da parte di uno specialista. Oltre alla scarsa igiene dentale, altri fattori che causano la piorrea sono l’invecchiamento, il tabagismo, la malnutrizione, le difese immunitarie basse, lo stress, il diabete oppure la carenza di vitamina C.

Ma come si manifesta e quali sono i sintomi di questa problematica che affligge milioni di persone in tutto il mondo?

Una delle principali manifestazioni, come scritto precedentemente, è la mobilità dentale, conseguenza dell’indebolimento dei tessuti che rivestono il dente, tra cui l’osso, il legamento parodontale e il cemento radicolare. I batteri che, attraverso la placca e il tartaro, hanno intaccato il dente, se non immediatamente curati, possono provocare dei danni non solo fisici ma anche, e soprattutto, economici. La caduta di un dente e la conseguente necessità di un costoso intervento di implantologia, al giorno d’oggi, sono evenienze che bisogna assolutamente evitare.

Per sapere se si è affetti da piorrea, oltre ai denti che si muovono, bisogna saper riconoscere i seguenti stimoli:

  • sanguinamento delle gengive (lo si può notare quando si mangiano cibi duri oppure quando si spazzolano i denti)
  • alitosi (causata dai batteri, soprattutto nella fase iniziale della piorrea)
  • sensibilità dentale ai cibi caldi, freddi e a quelli acidi
  • recessione gengivale, che può provocare forti dolori
  • spazio tra i denti, causato dalla recessione gengivale e dalla mobilità dentale
  • pus e ascessi tra dente e gengiva

Piorrea: cure e rimedi naturali

Le attuali cure mediche garantisco risultati soddisfacenti. Nei casi meno gravi, è possibile contrastare la piorrea attraverso la rimozione di placca e tartaro sotto le gengive.

Nelle forme di malattia più avanzata è necessario ricorrere a interventi chirurgici, tra cui il trattamento endodontico (comunemente chiamato devitalizzazione). Attraverso questo intervento viene rimossa la polpa dentale infiammata per tutta la lunghezza delle radici. Dopodiché i canali vengono riempiti con materiali appositi. Una volta effettuata la devitalizzazione, il dente non sarà più infiammato e la piorrea verrà debellata definitivamente.

Esistono tuttavia dei rimedi naturali che, spesso, è il medico stesso a prescrivere, in particolare per coloro che soffrono di piorrea cronica. Questi rimedi non devono mai sostituire la terapia farmacologica che lo specialista ha prescritto per la guarigione dall’infiammazione. Comunque sia, la maggior parte di questi rimedi naturali sono disponibili in farmacia oppure online. Tra questi troviamo i seguenti:

  • Aloe vera (in gel): va applicata direttamente sulle gengive. Questa sostanza ha proprietà antinfiammatorie e lenitive
  • Olio essenziale di melaleuca: si può utilizzare sullo spazzolino versando 2 gocce sul dentifricio. Perfetto in caso di piorrea, afte e altri problemi dentali, questo prodotto è efficace per la rimozione della placca e del tartaro e per diminuire l’infiammazione.
  • Propoli: questa miscela resinosa prodotta dalle api, se applicata a livello dei denti, svolge funzioni antibatteriche e cicatrizzanti
  • Equiseto: questa pianta molto antica è davvero utile per la salute dei denti e per combattere la piorrea. In particolare ha proprietà emostatiche contro il sanguinamento delle gengive.

Ricorda, comunque, che prevenire è meglio che curare. Se vuoi evitare interventi chirurgici estremi a causa della piorrea all’interno d, ricorda sempre di usare il filo interdentale. Seppur lo spazzolino, il dentifricio e il colluttorio siano molto efficaci, questo strumento per la pulizia dei denti è insuperabile in quanto a rimozione della placca e dei residui di cibo. Inoltre, nel caso tu fumassi, sarebbe molto utile che smettessi. Il tabagismo è una delle cause principali della piorrea.

Infine, ricorda di effettuare una pulizia dentale professionale in un centro specializzato, almeno ogni 6 o 12 mesi. Richiedi ora un preventivo ad un professionista della tua zona.

Potrebbero interessarti anche