1. Home
  2. Salute
  3. In farmacia

Pillola anticoncezionale: quali sono i 5 miti da sfatare?

Fa ingrassare, provoca il cancro, diminuisce il desiderio sessuale: le credenze sulla pillola anticoncezionale sono davvero tante, ma siamo sicuri che abbiano una base scientifica? Tutti i miti da sfatare

In farmacia

La pillola anticoncezionale è un metodo contraccettivo molto utilizzato dalle donne per la sua efficacia e praticità. Tuttavia, nel corso degli anni ha subito molte accuse di provocare vari tipi di effetti collaterali, che in alcuni casi sarebbero solo fastidiosi, in altri addirittura pericolosi.

È pur vero che in passato, quando c’erano solo 4-5 tipi di pillola anticoncezionale, alcuni effetti indesiderati potevano registrarsi, ma oggi la situazione è cambiata molto: i dosaggi sono più appropriati e i disturbi che potevano essere generati sono stati eliminati pressoché del tutto. In ogni caso, è sempre meglio consultare un ginecologo che possa prescrivere il dosaggio corretto a seconda delle caratteristiche della paziente.

Vediamo, allora, quali sono le 5 credenze più frequenti sulla pillola anticoncezionale e perché non sono vere.

1. La pillola anticoncezionale fa ingrassare

Spesso si sente dire che la pillola anticoncezionale fa ingrassare. Questo è uno dei falsi miti che conserva un fondo di verità. Un tempo, infatti, quando la pillola aveva dosaggi più alti di oggi, poteva cagionare aumenti di peso. Il livello di estrogeni era molto più elevato e poteva provocare ritenzione di liquidi e conseguente aumento di peso.

Oggi i dosaggi sono più mirati: hanno  una minore quantità di estrogeni e utilizzano nuove tipologie di progestinici. In ogni caso, è molto importante trovare il prodotto adeguato alla propria situazione e seguire le indicazioni del proprio ginecologo.

2. Pillola anticoncezionale fa venire la depressione

Sul rapporto tra pillola e depressionee reattiva e sui cambiamenti di umore attribuiti alla pillola si è detto e scritto veramente tanto. È innegabile che gli ormoni abbiano un’influenza sul tono dell’umore. Tuttavia, oggi pare del tutto escluso che l’uso della pillola anticoncezionale possa provocare la depressione, come invece veniva sostenuto un tempo.

Oggi si tende a pensare che, semmai, il miglioramento delle condizioni generali durante il ciclo portino a una migliore qualità della vita.

3. Pillola provoca il cancro

Anche in questo caso la credenza nasce in tempi remoti, quando i dosaggi erano molto più alti di oggi. Al contrario si ritiene che un uso prolungato della pillola riduca notevolmente la possibilità di ammalarsi di tumore all’ovaio, all’utero e all’endometrio.

4. Pillola anticoncezionale fa male alla circolazione

In questo caso il falso mito nasce da casi particolari che vengono poi assunti come casi generali. Infatti, in soggetti predisposti la pillola può aumentare il rischio di trombosi venosa.

5. Pillola fa diminuire il desiderio sessuale

Anche in questo caso di tratta di un falso mito simile a quello che riguarda la presunta depressione. Se in alcuni pazienti vi sono alterazioni del desiderio sessuale, non c’è alcuna prova di una connessione con l’assunzione della pillola.

Potrebbero interessarti anche