1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Pericoronite: cos'è e come curarla?

Succede spesso durante la crescita dei denti del giudizio, tra i i 15 e i 24 anni, o durante quella dei denti da latte, che la gengiva si infiammi e s presenti la pericoronite: ecco come curarla

Cura dei denti

La pericoronite è un’infiammazione acuta della gengiva che si manifesta nella zona dei molari superiori e inferiori. Può presentarsi con maggiore frequenza alle estremità dell’arco dentale, sede dei denti del giudizio.

Vediamo in questa guida come riconoscere e curare la pericoronite.

I sintomi della pericoronite e le cause

Come riconoscere i sintomi della pericoronite? La gengiva appare gonfia e arrossata. La pericoronite è causata da un dente in fase eruttiva che non trova il suo spazio e “spinge” sulla gengiva per emergere senza riuscirci, rimanendo parzialmente o totalmente coperto dai tessuti molli che si infiammano.

La pericoronite è un’infiammazione che colpisce spesso i denti del giudizio durante la crescita, specialmente quelli inferiori. Per questo è assai comune nelle persone di età compresa tra i 15 e i 24 anni. Può manifestarsi anche nei lattanti in fase di dentizione, durante la crescita dei denti da latte.

Il dolore è  associato al dente del giudizio, ma in realtà è il tessuto gengivale ad infiammarsi. Questo perché si crea un lembo di tessuto a contatto con il dente, chiamato opercolo, che cerca di emergere. All’interno di questo spazio, tra il tessuto e il dente, i residui di alimenti penetrano più facilmente e, nonostante la buona igiene dentale, si svilupperanno batteri portatori dell’infiammazione.

In questo caso, si parla di infezione pericoronale: alcuni sintomi collaterali possono essere un indolenzimento diffuso della mandibola, un dolore pungente che si estende al collo e all’orecchio e si acutizza nella fase della masticazione.
E’ necessario porre particolare attenzione al trattamento della pericoronite in questa fase acuta, perché le complicanze, come ad esempio gli ascessi dentali, possono essere molto fastidiose.

Trattamento e prevenzione

Se la gengivite è un processo di infiammazione favorito dalla presenza di batteri nel cavo orale, va da sé che una buona pratica di igiene dentale sia molto consigliata come migliore prevenzione di questa problematica. Lo è, ancor più, in un momento delicato come quello della crescita dei denti del giudizio, che causano uno stress per l’organismo e debilitano l’equilibrio batterico della bocca.

I batteri proliferano maggiormente trovando modo di insinuarsi nello spazio che si viene a creare tra il dente e la gengiva, rendendo così più probabile lo sviluppo di infiammazioni. La pericoronite può essere temporanea: presentarsi nella fase di eruzione del dente e poi regredire quando sarà completamente emerso.

I sintomi come il gonfiore o il fastidio alla gengiva, tuttavia, non devono essere trascurati, per evitare complicanze: occorre intervenire al più presto nel modo adeguato.

Vediamo con quali manovre e trattamenti:

  • L’igiene orale deve essere curata particolarmente, si consiglia di fare frequenti sciacqui con collutori, specialmente quelli contenenti clorexidina.
  • Prima di procedere al trattamento con medicinali, si deve valutare accuratamente lo stadio dell’infiammazione: farmaci antinfiammatori e antibiotici, assunti dietro prescrizione medica, possono disinfiammare e risolvere la fase acuta.

Se la problematica dovesse ripresentarsi più volte, fino a diventare una pericoronite cronica, l’unica soluzione potrebbe essere l’estrazione del dente. 

Potrebbero interessarti anche