1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Ozonoterapia dentale: un rimedio anticarie completamente naturale

L'ozonoterapia sembra essere la nuova frontiera a livello odontoiatrico per risolvere diversi disturbi: scopri come agisce e se fa al caso tuo.

Cura dei denti

Le visite del dentista solitamente causano non pochi timori sia a grandi che a piccini, non solo per le ore passate sulla sedia, che sembrano interminabili, ma anche per l’utilizzo di strumenti come il trapano che spesso provocano non poco dolore. Ecco dunque che negli anni si è arrivati ad applicare soluzioni più “naturali”, in primis l’ozonoterapia dentale che consiste nell’applicazione dell’ozono in sostituzione, oppure affiancato ai consueti strumenti dentali in caso di carie o ancora parodontiti particolarmente rilevanti.

Se sei curioso di sapere in cosa consiste l’ozonoterapia, quali sono i costi e come viene applicato l’ozono nelle cure odontoiatriche, non ti resta che leggere questo approfondimento.

Ozonoterapia per i denti: in cosa consiste

L’ozonoterapia ha trovato grande applicazione nelle malattie e negli inestetismi odontoiatrici per diverse ragioni. L’ozono infatti, si è fatto apprezzare per le sue proprietà analgesiche, antinfiammatorie, battericida ed infine emostatiche che agiscono all’interno della bocca andando a purificare le pareti dentali eliminando in pochissimo tempo batteri o ancora funghi.

Ovviamente l’ozonoterapia trova svariate applicazioni anche in altri ambiti, non solo in quello odontoiatrico. L’azione dell’ozono va ad agire farmacologicamente, non richiedendo l’utilizzo di anestesia oppure affiancandola solo in parte. Ciò rende l’ozono completamente “ a prova di dolore”, ma soprattutto non invasivo. Nello specifico l’ozonoterapia è stata applicata:

  • nei trattamenti di cura delle pareti gengivali e dentali di lieve entità;
  • in trattamenti volti a desensibilizzare i denti particolarmente sensibili (soprattutto in chi soffre di nevralgia dentale);
  • nella pulizia di protesi dentarie;
  • nella rimozione di una o più carie (soprattutto nelle sigillature dei bambini, ma va approfondita);
  • per rimuovere gengiviti, herpes o infezioni alle pareti gengivali.

In definitiva l’ozonoterapia si pone come terapia indicata per tutti quei soggetti che non solo soffrono particolarmente la sedia del dentista, ma anche per tutti quei soggetti “deboli” e che per loro natura tendono a soffrire di più quali bambini e diversamente abili.

Ozonoterapia per i denti: controindicazioni

L’ozonoterapia dentale in generale non comporta alcun rischio per la persona, né particolari controindicazioni. Viene tuttavia sconsigliata l’ozonoterapia nel primo trimestre di gravidanza, in quanto è stato accertato seppur raramente problemi di vertigini o ancora pressione delle arterie.

In ogni caso, il pazienze, prima di effettuare il trattamento, viene sottoposto a degli esami di tipo preventivo, sia prima che dopo la terapia, onde evitare eventuali complicanze dovute al trattamento, questo perché pur essendo di base efficace specie per i trattamenti di minore entità, non è del tutto infallibile e in caso di interventi di medio-grave entità si procede con il consueto impiego del trapano, non andando comunque ad escludere l’ozonoterapia laddove possibile.

Ozonoterapia per i denti: quali sono i costi?

L’ozonoterapia proprio per la sua grande possibilità di applicazione, non solo nel settore odontoiatrico, ha dei costi molto vari. Il costo di una seduta va dai 50 euro per un trattamento di tipo standard fino ad arrivare agli 80 euro se si tratta di sedute più complesse.

A fronte di un prezzo che non risulta eccessivo, l’ozonoterapia, è dunque un trattamento che, se accompagnato analisi accurate, può porsi come nuova alternativa al buon vecchio trapano del dentista.

Potrebbero interessarti anche