1. Home
  2. Salute
  3. Ottica

Occhio secco: quali sono le cause, i sintomi e la cura ideale

La secchezza oculare è molto fastidiosa, ma risolvere il problema è possibile: scopriamo insieme come fare.

Ottica

Hai difficoltà a mantenere gli occhi aperti? Senti dolore o bruciore agli occhi quando li apri al mattino? Hai la sensazione di un corpo estraneo nell’occhio oppure ti si annebbia la vista? Questi sono solo alcuni dei tipici sintomi dell’occhio secco.

Nel seguente articolo potrai approfondire la conoscenza di questo problema e scoprire qual è la migliore cura ed i rimedi più efficaci per combattere la secchezza oculare.

Occhio secco: cos’è e quali sono le cause

Quando parliamo di occhio secco o secchezza oculare, ci riferiamo a quella patologia temporanea o cronica piuttosto diffusa tra gli over 60 (e non solo), che crea un’alterazione della secrezione e della distribuzione delle lacrime (fondamentali per mantenere in salute la superficie dell’occhio).

Le cause temporanee di questo problema possono essere differenti: dall’eccessivo tempo passato davanti al monitor del pc o della televisione al portare a lungo le lenti a contatto durante la giornata, dall’utilizzo di determinati farmaci (come gli antidepressivi e quelli per trattare l’ulcera) a precise condizioni ambientali (vento caldo e secco).

Le cause croniche possono essere, invece, le seguenti:

  • deficit del film lacrimale, ovvero quando le ghiandole lacrimali non riescono a produrre una quantità adeguata di lacrime;
  • disturbi immunitari, come l’artrite reumatoide, il lupus e l’ipertiroidismo;
  • infiammazione cronica della congiuntiva, ovvero di quella membrana che riveste la palpebra e la parte anteriore delle ghiandole lacrimali.

Secchezza oculare: sintomi, cura e rimedi naturali

sintomi della secchezza oculare sono ascrivibili ai seguenti:

  • poca tolleranza a qualsiasi attività richieda un’attenzione visiva prolungata;
  • vistose secrezioni oculari, soprattutto al mattino;
  • disturbi anche alla gola e al naso: raffreddore frequente, congestione nasale o sinusite, tosse abbaiante;
  • incapacità di piangere nonostante le forti emozioni;

Se questi sintomi persistono è opportuno consultare un oculista il quale effettuerà una diagnosi accurata, prescrivendoti di preciso la cura più accurata.

Sono diversi i trattamenti possibili. I principali sono i seguenti:

  • utilizzo di gocce oculari o collirio costituito di lacrime artificiali a densità variabile che svolgono una funzione antinfiammatoria sulla mucosa della congiuntiva;
  • ricorso alla chirurgia: questa soluzione consente di intervenire sui canali lacrimali ostruiti.

Esistono anche dei rimedi naturali di automedicazione che permettono di prevenire la secchezza oculare.

Sono diversi i prodotti che possono essere utilizzati: gocce, colliri e integratori.

Ad esempio, l’Omega 3 è molto indicato: esso contiene degli acidi grassi che prevengono l’occhio secco ed hanno un forte effetto antinfiammatorio.

Infine, utilizzare la camomilla per fare impacchi direttamente sugli occhi rimane uno dei rimedi tra i più efficaci.

Potrebbero interessarti anche