1. Home
  2. Salute
  3. Omeopatia

Medicina olistica: funziona davvero?

La medicina olistica è un tipo di medicina alternativa che non solo cura i sintomi, ma insegna al paziente come prevenirli e raggiungere l'equilibrio psicofisico

Omeopatia

La medicina olistica rappresenta un approccio alternativo alla medicina tradizionale, tesa più a curare il sintomo che a riequilibrare l’organismo. La medicina olistica prende in esame non soltanto la malattia del paziente e lo stato di salute generale del paziente stesso, ma prende in analisi il rapporto tra l’individuo ammalato, l’ambiente e la società in cui l’individuo vive.

Una volta definiti in maniera chiara questi rapporti, la medicina olistica tenterà di assicurare un nuovo equilibrio tra tutti i fattori che possono intervenire a provocare cause dirette o indirette del malessere del paziente. Ad esempio, se un paziente soffrisse di gastrite, piuttosto che somministrare semplicemente un antiacido, un medico che segua l’approccio olistico consiglierebbe di imparare a migliorare la gestione dell’ansia, appurato che la gastrite del paziente in questione sia di origine psicosomatica.

Il significato dell’approccio olistico

Nella pratica l’approccio olistico tenta di risolvere il problema da ogni punto di vista possibile, senza limitarsi al mero punto di vista clinico. Alle lettera infatti il significato di “olistico” è “totale, globale”: l’approccio olistico può essere seguito in svariate discipline, come ad esempio la politica o l’economia. E’ tuttavia in ambito medico che questo metodo di analisi ha conosciuto una maggiore diffusione anche nella cultura popolare.

La medicina olistica funziona?

La più popolare medicina olistica è quella ayurvedica, ma sono altrettanto sviluppate quella tibetana e addirittura quella hawaiana e precolombiana.

La domanda più consueta da parte di chi non ha mai provato un approccio olistico è: la medicina olistica funziona? La risposta è “dipende”, dal momento che l’atteggiamento mentale del paziente è fondamentale perché la medicina olistica porti i suoi risultati. I trattamenti olistici, ad esempio, prevedono quasi sempre la meditazione come forma di cura spirituale che si pone come fondamentale nella cura del malessere fisico del paziente. Se quest’ultimo non è disposto ad entrare in contatto con l’ambito “metafisico” della sua malattia, la terapia olistica non avrà alcun tipo di beneficio su di lui.

Trattamenti olistici più famosi

I trattamenti olistici sono costituiti da un’insieme di attività, come il riequilibrio con le pietre chakra, e terapie volte a favorire il benessere psicofisico del paziente ristabilendo l’equilibrio energetico del suo corpo e della sua mente.

I trattamenti olistici hanno come finalità il fornire degli strumenti per diminuire o sopportare meglio il dolore fisico o il fastidio fisico del sintomo per cui si sta cercando una cura. Insegnando al paziente ad entrare in contatto con la radice più profonda dei suoi malesseri e fornendogli gli strumenti per combatterli, si aiuta il paziente a cominciare un cammino di autoguarigione che consentirà al corpo di risolvere da solo i propri scompensi.

Per agire direttamente sui sintomi fisici invece i trattamenti olistici si servono di:

Molto spesso il termine “trattamento” in ambito delle medicine olistiche non è particolarmente amato da coloro che la praticano, poiché si ritiene che sia troppo vicino all’idea di un protocollo da seguire, mentre si tratta più di un processo di cocreazione delle condizioni per la guarigione a cui ogni paziente contribuisce attivamente.

Potrebbero interessarti anche