1. Home
  2. Salute
  3. Fisioterapia

Lombosciatalgia: qual è la terapia più efficace?

Troppe ore davanti al pc, una postura scorretta e una vita sedentaria possono essere le cause principali della lombosciatalgia. Impara a riconoscerne i sintomi con lo scopo di prevenirla e curarla

Fisioterapia

La lombosciatalgia è un disturbo molto comune, di cui soffrono molte persone e che colpisce circa il 40% della popolazione almeno una volta nella vita. Questa patologia, che interessa precisamente il nervo sciatico e le vertebre lombari, infiammandole e causando dolore, può manifestarsi su un lato oppure su entrambi, interessando anche uno o ambedue gli arti inferiori.

La lombosciatalgia può essere trattata in diversi modi, in base alla causa, all’intensità e alla persistenza dei disturbi. Diventa molto importante rivolgersi a uno specialista che potrà consigliare la più adatta modalità di intervento.

Vediamo insieme qual è la terapia consigliata per trattare le diverse tipologie di lombosciatalgia.

La terapia posturale e manuale

Una delle cause principali che portano all’insorgere della lombosciatalgia è certamente uno stile di vita sedentario e una postura scorretta. Trascorrendo molte ore seduti, per esempio davanti al computer, e praticando poca attività fisica, con il passare del tempo possono insorgere disturbi articolari, vertebrali e muscolari come il mal di schiena lombare. Questo accade perché il primo tentativo dell’organismo di difendersi dal dolore è la contrazione della muscolatura: si tratta di una reazione spontanea del corpo, che comporta la contrazione della parte che causa il disturbo.

La terapia per questo tipo di lombosciatalgia prevede innanzitutto una serie di esercizi di ginnastica posturale. Con l’aiuto di un fisioterapista qualificato, esperto nel trattamento della lombosciatalgia, potremo dunque passare ad una terapia di disinfiammazione manuale, che deve essere praticata con estrema attenzione per non apportare ulteriori danni e peggiorare la situazione.

Se la lombosciatalgia in questione è causata da eventi traumatici, come strappi muscolari si dovranno diminuire la mobilità e l’attività fisica, per permettere una progressiva fisiologica disinfiammazione dell’area interessata, procedendo eventualmente alla somministrazione di antinfiammatori.

In ogni caso, la terapia fisioterapica mira a ridurre le contratture, rieducando la zona lombare, così come l’intera colonna vertebrale, riportandola ad una corretta postura tramite esercizi mirati.

La lombosciatalgia da ernia discale: una patologia cronica

Spesso la lombosciatalgia più comune è dovuta alla presenza di un’ernia discale: questa patologia spesso si forma a livello lombare e causa la compressione del nervo sciatico in quella specifica zona della colonna vertebrale. Per trattare questo tipo di lombosciatalgia, è necessaria una terapia farmacologica a base di farmaci antibiotici e, nelle fasi più acute del disturbo di una specifica terapia cortisonica.

E’, inoltre, possibile richiedere l’intervento di un neurochirurgo specializzato e considerare l’opportunità di procedere alla rimozione dell’ernia con un intervento chirurgico, che eliminerebbe la causa dello schiacciamento del nervo e il conseguente dolore. Non essendo possibile una cura risolutiva all’ernia discale, questo tipo di lombosciatalgia può definirsi cronica, e va trattata all’insorgere del sintomo per tenerlo sotto controllo nelle fasi più acute e di maggior dolore.

Quanto può durare la patologia?

Dal momento che ogni soggetto può rispondere in modo del tutto personale alle terapie, non possiamo stabilire quanto duri la lombosciatalgia. La fase acuta del dolore viene risolta in pochi giorni e, se il processo di rieducazione è svolto correttamente, il paziente può guarire in breve tempo.

Se non possiamo stabilire una durata uguale per tutti, in linea generale, possiamo distinguere una durata breve, da qualche giorno a qualche settimana, se si tratta di un’infiammazione leggera temporanea, come nel caso di disturbi causati da sedentarietà e postura scorretta.

Potrebbero interessarti anche