1. Home
  2. Salute
  3. Ottica

Lenti fotocromatiche: quali sono i pro e i contro?

Le lenti fotocromatiche costituiscono una delle tecnologie ottiche migliori. Ecco cosa sono e come funzionano

Ottica

Le lenti fotocromatiche possono essere utilizzate in locali soleggiati e all’ombra: ecco perché sono molto pratiche e versatili. Inoltre, possono essere abbinate a qualsiasi montatura per occhiali.

Ecco tutti i pro e i contro delle lenti fotocromatiche.

Cosa sono le lenti fotocromatiche?

Le lenti fotocromatiche costituiscono una delle innovazioni più recenti e apprezzate. Si tratta di lenti molto pratiche poiché si adattano a condizioni di luce differenti: in ambienti con poca luce risultano normalissime lenti da vista che correggono i principali difetti, come la miopia o l’astigmatismo; in condizioni di luce molto intensa, invece, le lenti fotocromatiche diventano scure come fossero lenti per occhiali da sole.

Le lenti di questi occhiali appaiono quindi trasparenti ma, esposte al sole, si scuriscono gradualmente nel giro di pochi minuti. Il meccanismo alla base è un processo chimico del tutto reversibile: ciò significa che in assenza di sole le lenti tornano trasparenti come prima. Ecco un modo pratico per avere occhi sempre protetti dal sole e dai raggi UV.

Quali sono i difetti delle lenti fotocromatiche

I difetti delle lenti fotocromatiche sono legati al funzionamento della transizione fotocromatica che avviene su base termica. Maggiore è la temperatura nell’ambiente circostante e più risulta difficile il passaggio dalla tonalità trasparente a quella scura. Con le basse temperature, al contrario, il processo funziona alla perfezione.

L’altro limite riguarda la guida dei veicoli. Il vetro del parabrezza e la visiera del casco, infatti, assorbono molta luce e raggi UV, rendendo difficile l’attivazione del processo fotocromatico.

Perché preferire le lenti fotocromatiche?

I vantaggi di questo tipo di lenti risiedono nella grande praticità di vestire un paio di occhiali versatili che consentono una costante protezione dai raggi UV (luce blu degli schermi compresa). Inoltre, queste lenti hanno una durata limitata attestata intorno ai 4 anni. Tuttavia, questo limite dipende molto dal tipo di lente impiegata, dalla sua fattura e dalla sua qualità. Più è elevata quest’ultima, maggiore sarà la resa delle lenti nel tempo.

Quanto costano le lenti fotocromatiche?

Proprio perché la durata di molte lenti fotocromatiche è limitata, va valutato con molta attenzione il prezzo praticato da alcune aziende. Sul mercato vi sono tanti marchi produttori ed è possibile risparmiare ottenendo occhiali di qualità mediocre e dalla durata molto breve. Un buon paio di occhiali fotocromatici ha un prezzo non inferiore ai 120 euro. Ovviamente il prezzo dipende anche dai difetti visivi da correggere, come la miopia da schermo e dalle esigenze di chi vuole acquistarle: per lenti fotocromatiche specchiate il prezzo cresce ulteriormente.

Inoltre, la scelta riguarda anche i colori dei riflessi delle lenti fotocromatiche disponibili:

  • grigio,
  • marrone,
  • verde smeraldo.

Le lenti cromatiche polarizzate: cosa significa?

Le lenti fotocromatiche sono apprezzate per offrire un buon compromesso tra un’indubbia praticità d’uso e i limiti insiti nella sua stessa tecnologia. Per soddisfare chi ha bisogno di una protezione efficace alla guida o mentre pratica sport, sono state create lenti fotocromatiche polarizzate o antiriflesso. Esse consentono di difendersi dai riverberi della luce, come quelli che il sole produce sull’acqua, sulla sabbia o sulla neve. Sono munite di filtri polarizzatori mediante i quali permettono una visione perfetta.

Potrebbero interessarti anche