1. Home
  2. Salute
  3. Case di riposo

La retta della casa di riposo è detraibile? Cosa bisogna sapere

Ecco tutto quello che c'è da sapere su come ottenere le detrazioni sul pagamento della retta della casa di riposo per anziani

Case di riposo

Una domanda pratica da porsi relativa alla retta della casa di riposo dove alloggiano i propri cari, soluzione alternativa alla classica badante, è se questa sia detraibile o meno con il modello 730. La risposta è positiva ma sono necessari dei chiarimenti e delle istruzioni per beneficiarne: la detrazione potrà essere richiesta, infatti, secondo specifiche regole e se le spese siano sostenute dal figlio per il proprio genitore o altro familiare a carico o non. Andiamo a scoprirne di più.

Rette sulle case di riposo, quali detrazioni fiscali?

Bene precisare subito che la retta è suddivisa in due parti: la prima è la spesa sanitaria e l’altra quella alberghiera. Vengono ricomprese nella quota sanitaria non solo le spese relative a visite mediche, esami clinici, acquisto di medicinali, ma anche le prestazioni riabilitative e infermieristiche da parte dei professionisti qualificati all’interno delle strutture. La parte della retta sulla casa di riposo che è possibile portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi è solo la quota sanitaria.

Quest’ultima viene separata dalle altre spese nell’attestazione che le case di riposo rilasciano ogni anno agli ospiti. Ricordatevi che questo documento è necessario per poter usufruire di eventuali sgravi fiscali. Non sono, invece, detraibili le spese della casa di riposo per anziani relative alla quota alberghiera della retta, cioè quella che annovera vitto e alloggio, oltre tutti i servizi offerti e le attività organizzate dalla casa di riposo e che non siano di carattere strettamente sanitario.

La norma generale stabilisce che sia possibile per tutti scaricare il 19% della quota.

Detrazione sulla casa di riposo: tipologie di agevolazione

Come prima cosa, bisogna considerare una serie di fattori: lo stato di salute dell’ospite e il suo grado di autosufficienza. Esistono alcune tipologie di agevolazioni per chi provvede al pagamento delle spese.

Uno dei casi in cui le spese per il ricovero di anziani sono detraibili, riguarda i soggetti disabili. In questo caso, con il modello 730 sarà possibile dedurre integralmente l’importo di spesa sanitaria sostenuto e indicato all’interno della retta della RSA. Quando si parla di disabilità, ci si riferisce sempre alle persone alle quali questo stato è riconosciuto ai sensi della legge 104 dalle commissioni mediche dell’ASL o da altre commissioni mediche incaricate al riconoscimento dell’invalidità di lavoro, civile o di guerra. In caso di soggetti disabili, la spesa sanitaria potrà essere dedotta interamente non soltanto dal beneficiario che risiede nella RSA ma anche in caso essa venga sostenuta dai familiari: coniuge, figli, genitori, generi e nuore, suocero e suocera, fratelli e sorelle.

In questo caso la retta per il ricovero degli anziani a carico, sarà detraibile nel modello 730, anche nel qual caso il familiare nella casa di riposo non sia considerato fiscalmente a carico del richiedente.

Ecco un importante elemento da tenere presente, considerando che molti anziani sono anche invalidi al 100% ed in questo caso i parenti caregiver possono procedere con la detrazione fiscale della retta della casa di riposo del loro caro. La scadenza per la Dichiarazione dei Redditi 2019 non è così lontana e come ogni anno, ci si prepara a raccogliere i documenti da presentare per le detrazioni fiscali nel modello 730/2019. Anche la retta per la casa di riposo di un caro è detraibile, vi consigliamo di informarvi sui costi da dedurre per voi o o per i familiari a carico.

Potrebbero interessarti anche