1. Home
  2. Salute
  3. Case di riposo

La nuova era degli alberghi assistiti per anziani

Le vacanze sono un momento delicato per i più anziani, ma da oggi ci sono grosse novità grazie agli alberghi assistiti per anziani. Scopri di cosa si tratta

Case di riposo

Le vacanze assistite, per gli anziani, sono sempre più organizzate sia nei periodi estivi che in quelli invernali, durante i quali vengono predisposte apposite strutture ricettive: alberghi assistiti per anziani, in grado di soddisfare le esigenze degli anziani e delle loro famiglie, diversi dalla classica assistenza domiciliare.

Questi alberghi con assistenza per anziani offrono non solo servizi ordinari, relativamente all’accoglienza e alla ristorazione, ma anche per tutto ciò che riguarda l’assistenza “su misura” delle esigenze degli anziani.

Questo turismo accessibile prende sempre più piede anche nel panorama italiano e prevede che nascano sempre più case albergo per anziani e residenze sanitarie assistite.

I soggiorni assistiti per anziani sono la nuova frontiera dell’accoglienza, che ha sempre un occhio di riguardo in più verso le necessità degli ospiti.

In questi momenti si ha la possibilità di trascorrere insieme ai propri cari le proprie vacanze, durante le quali si ha la possibilità di utilizzare spazi confortevoli, appositamente progettati per non avere barriere architettoniche, ideali sia per le situazioni più lievi che medie, dove la deambulazione, la disabilità e i movimenti motori sono compromessi o per agire a monte, evitando le cadute.

La vacanza è un momento di relax per tutti e per fare in modo che sia di qualità confortevole in egual misura è un impegno che sempre più albergatori stanno scegliendo di portare avanti. D’altronde la qualità del soggiorno per una persona anziana necessità di accortezze, che portano benefici emotivi e relazionali.

Le vacanze degli over 65 sono cambiate, soluzioni sempre più attente alle varie richieste rispondono alle necessità dei differenti stati di salute e senza dover sborsare cifre insormontabili.

Cosa bisogna fare prima di partire?

Per non incorrere in disagi è fondamentale pianificare tutto, per vivere il soggiorno in totale spensieratezza. Una volta terminati gli impegni di lavoro è bene dedicarsi a come trascorrere le vacanze in famiglia.

Dunque, attenzione al clima, la giusta temperatura può essere un beneficio per specifiche patologie, che non possono incorrere in rischi di troppo calore o troppo freddo. Infatti, gli sbalzi bruschi di temperatura sono assolutamente da evitare, per evitare che un cambiamento improvviso comprometta lo stato fisico dell’anziano, dunque, è meglio sempre favorire dei cambiamenti climatici graduali.

Vacanza al mare o in montagna?

La scelta della vacanza al mare è maggiormente indicata per quegli anziani che hanno problemi di respirazione, la vicinanza all’aria marina e allo iodio, permette di alleviare i disturbi relativi all’apparato respiratorio, che nella stagione invernale è compromesso da influenze, riniti, bronchiti e anemia.

La scelta della vacanza in montagna è maggiormente indicata per quegli anziani che soffrono di diabete o di squilibri della tiroide, attenzione però, in caso di patologie cardiache non si devono superare i 1200 metri di altitudine.

Mare o montagna, degustibus, ma il sollievo sarà immediato al contatto con la buona qualità dell’aria, del clima mite e mai eccessivo. Al mare si può stimolare la produzione di vitamina D e il metabolismo, ideale per le convalescenze e per i cardiopatici, che hanno maggiori problemi motori.

Qualunque sia la meta scelta, ciò che conta sono i requisiti che la struttura ricettiva deve avere per essere adatta a offrire una vacanza di relax anche agli anziani.

Potrebbero interessarti anche