1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Implantologia dentale: cos'è, quali sono le tecniche e i costi

Cos’è l’implantologia dentale? Quali sono le nuove tecniche di implantologia dentale che le innovazioni nel settore hanno introdotto? Quali sono i prezzi per inserire all’interno della bocca uno o più impianti dentali?

Cura dei denti

L’implantologia dentale è una tecnica odontoiatrica che consente la sostituzione di una radice dentaria naturale (persa o rovinata) con una radice artificiale. Questa è realizzata in titanio (un materiale biocompatibile con l’osso) e viene inserita tramite intervento chirurgico. Dopo circa un mese dal primo intervento, l’impianto riuscirà a sostenere una capsula realizzata in ceramica (corona) che ha le fattezze di un dente vero.

Prima di effettuare questo trattamento (molto utile in caso di piorrea avanzata, prevenibile grazie ad una pulizia accurata dei denti e, una volta ogni tanto, dallo sbiancamento dei denti) tuttavia, è necessario un colloquio valutativo con l’odontoiatra, il quale fornirà chiare indicazioni sulla situazione dentaria del paziente, valutando se ci sono le condizioni per applicare un impianto. Dopo questa accurata fase diagnostica, dove vengono effettuate delle radiografie tradizionali e volumetriche, si passa alle fasi chirurgiche dell’implantologia dentale.  Queste, tradizionalmente, sono due:

  • Prima fase. In anestesia locale, viene aperta la gengiva e viene posizionato l’impianto nella zona in cui è presente l’osso. Una volta inserito l’impianto, la gengiva viene richiusa facendo sì che esso sia completamente sommerso.
  • Seconda fase. Dopo aver fatto trascorrere il periodo di osteointegrazione (ovvero il processo biologico in cui la vite si integra nell’osso, il quale varia da 2 a 6 mesi), viene posizionato il nuovo dente

Tuttavia, grazie alle nuove tecniche di implantologia dentale, è possibile ridurre i tempi di attesa tramite, ad esempio, all’implantologia dentale a carico immediato. Vediamo come funziona. 

Nuove tecniche: implantologia dentale a carico immediato 

Tra le nuove tecniche che permettono di inserire gli impianti dentali, quella a carico immediato è tra le più innovative. Infatti, seppur i prezzi di questo servizio siano superiori rispetto a quello tradizionale, tale tecnica consente di ridurre drasticamente i tempi di attesa. Dai 2-6 mesi di attesa si passa, al massimo, al trascorrimento di 48 ore per il posizionamento dell’impianto. Perché si possa procedere con questa metodica, tuttavia, sono necessarie alcune condizioni, tra le quali una buona resistenza fisica all’avvitamento del nuovo impianto dentale ed una adeguata densità ossea.

L’implantologia dentale a carico immediato, abbinata alle nuove tecniche di chirurgia mini-invasiva, consente risultati sorprendenti, sia a livello funzionale sia estetico che, fino a poco tempo fa, non erano assolutamente pensabili.

Ma quanto costa un’ impianto dentale effettuato tramite una di queste tecniche? Domande simili vengono spesso rivolte sul web, in quanto l’implantologia dentale rappresenta, comunque, un discreto investimento.

Implantologia dentale: prezzi

I prezzi di un intervento di implantologia dentale possono variare in base ad alcuni fattori, tra cui:

  • le visite e gli esami diagnostici precedenti alla fase chirurgica
  • i materiali usati (una protesi in ceramica è più costosa rispetto ad una in resina)
  • lo studio del dentista (nei costi vengono spesso addebitate le spese fisse di gestione)
  • l’onorario che il professionista richiede.

Questi ultimi due fattori, in particolare, variano in base alla Regione in cui si effettua l’intervento. Al Nord, è risaputo che i costi di implantologia dentale e altri servizi dentistici siano superiori rispetto al Sud.

Comunque sia, un’impianto di tipo tradizionale può costare in media dai 1200 euro fino ai 2500 euro.

Un intervento chirurgico di implantologia dentale effettuato con una delle nuove tecniche, tra cui quella a carico immediato, può arrivare, invece, a costare fino a 5000 mila euro ad impianto.

Il nostro consiglio è quello di evitare di sottoporsi ad interventi in Paesi dell’estero in cui, notoriamente, gli impianti costano meno. La scarsa qualità di diversi impianti ha provocato problemi gravi ai denti di alcune persone, le quali sono state costrette a spendere molti altri soldi per porre rimedio a queste conseguenze.

Potrebbero interessarti anche