1. Home
  2. Salute
  3. Mente e psicologia

Esaurimento nervoso: da cosa dipende e come superarlo

L'esaurimento nervoso può insorgere per svariati fattori e limitare fortemente il benessere della persona. Scopri da cosa è causato e come superarne i sintomi

Mente e psicologia

Ne parlava persino Ippocrate, il padre della medicina, intuendo già nel IV secolo a.C. quanto una condizione prolungata di affaticamento mentale e corporeo potesse provocare un esaurimento nervoso. Se nell’antica Grecia il concetto di stress non era stato ancora “inventato”, è singolare notare come cause e sintomi dell’esaurimento nervoso di ieri coincidono con i mental breakdown di oggi.

Esaurimento nervoso: come riconoscerlo

In genere, l’esaurimento nervoso è una condizione acuta, improvvisa e che ha durata temporanea. La principale causa di esaurimento nervoso è lo stress, che può derivare da situazioni difficili: problemi di coppia, di salute, finanziari, lavorativi e via dicendo, spesso associati a sintomi depressivi che coinvolgono anziani e giovani. I sintomi più comuni di un esaurimento nervoso sono:
• ansia
• preoccupazione
• disturbi depressivi anche di natura endogena o in forma reattiva
• scarso interesse per i piaceri della vita
• fragilità emotiva

Esaurimento nervoso: conseguenze

Un unico episodio di esaurimento nervoso è molto improbabile che possa portar con sé delle conseguenze, o, quanto meno, complicazioni gravi. Una volta trattato e portato a soluzione, poi, non potrà più essere foriero di ulteriori complicanze. Occorre però sottolineare che un esaurimento nervoso non trattato può peggiorare in una forma grave, con complicazioni come:
• assenza al lavoro o ai corsi di studio
• depressione
• sviluppo di ansie e fobie come quella sociale
• isolamento sociale
• imbarazzo

Esaurimento nervoso: a chi rivolgersi?

In caso di esaurimento nervoso, può essere d’aiuto parlare con uno psicoterapeuta: il dialogo con un esperto aiuta a individuare le cause della stanchezza psico-fisica e a trovare la cura migliore per l’esaurimento nervoso, in base alle sue caratteristiche.

Come curare un esaurimento nervoso?

L’esaurimento nervoso dipende in gran parte dal modo in cui affrontiamo la nostra quotidianità: più tendiamo a programmare la nostra vita, senza tenere in alcun conto delle variabili casuali e della mutevolezza dei nostri stati interiori, più ne saremo esposti. Cosa fare per curare un esaurimento nervoso, allora? Solitamente viene consigliato di ripartire da semplici, minime azioni. Come, ad esempio, il monitoraggio delle attività quotidiane: così facendo, si possono isolare quelle piacevoli e dedicare loro più tempo. In secondo luogo, è riconosciuto che un’attività fisica costante, preferibilmente all’aria aperta, favorisce il rilascio di endorfine, che regolano l’umore. Yoga, aromaterapia, rilassamento muscolare progressivo e ipnosi possono favorire il rilassamento e, grazie al loro effetto anti-stress, aiutare nella prevenzione di futuri esaurimenti nervosi.

Potrebbero interessarti anche