1. Home
  2. Salute
  3. Dieta e benessere

Dieta Gift: cos'è e come funziona

Con l'avvicinarsi dell'estate si corre ai ripari delle precedenti abbuffate seguendo una dieta. Ecco alcuni interessanti spunti per conoscere le caratteristiche della dieta Gift

Dieta e benessere

La dieta Gift (acronimo di Gradualità, Individualità, Flessibilità e Tono) è un particolare regime alimentare ideato dai fratelli Attilio e Luca Speciani nel 2004. Vediamo cos’è e come funziona questa dieta.

Cos’è la dieta Gift

Questo sistema di alimentazione o “stile di vita”, come lo definiscono gli inventori, non è basato sul conteggio delle calorie, ma sulla stimolazione naturale del metabolismo che avviene tramite l’attivazione dei centri celebrali di regolazione.
In poche parole questa dieta, che si basa su 3 principi cardine ben precisi, ha come obbiettivo quello di agire su determinate aree del cervello, modulando l’appetito e stimolando il consumo energetico.

I 3 principi e le regole della dieta Gift

Nella “filosofia” alla base della dieta Gift, il dimagrimento è la naturale conseguenza dell’applicazione di 3 fondamentali principi:

  1. attivazione metabolica
  2. controllo insulinico
  3. qualità dei nutrienti

I tre principi/obbiettivi sono raggiungibili attraverso queste 10 regole:

  1. Abbinamento proteine/carboidrati
  2. Controllo di indice e carico glicemico
  3. Distribuzione dei pasti
  4. Frutta e verdure in libertà
  5. Generoso apporto di acqua e fibra
  6. Lunga e lenta masticazione
  7. Eliminazione o riduzione dell’assunzione di cibi troppo elaborati e raffinati ( niente cibo spazzatura)
  8. Attività fisica
  9. Controllo delle intolleranze (che si può effettuare con il test DRIA)
  10. Equilibrio psicofisico

Come funziona la dieta Gift

Esistono tante diete che consentono di perdere peso in breve tempo, o di depurare il fegato e altri organi vitali, ciascuna delle quali segue indicazioni specifiche. In pratica, con la dieta Gift, si effettuano 3 pasti monopiatto al giorno, colazione e pranzo abbondanti ( il pranzo un po’ meno della colazione) composti per un terzo di proteine, un terzo di carboidrati (con amidi) e un terzo di frutta e verdura.

La cena invece è leggera e composta per il 50% di proteine e 50% di fibre. Per gli spuntini via libera a frutta fresca o centrifugati vegetali.
Perché il monopiatto? Perché ha il grosso vantaggio di aiutare a raggiungere il senso di sazietà ed evitare al tempo stesso forti picchi insulinici.
Con l’alimentazione Gift vengono consigliate cotture semplici, poco olio extravergine d’oliva per condire, niente zucchero ne dolcificanti, se necessario viene suggerito di utilizzare il miele.

Dieta Gift vegetariana

La dieta Gift normalmente prevede il consumo di proteine di derivazione animale, ma per chi ne sente la necessità, per scelta etica o di altro tipo, questo regime alimentare consente di seguire un’alimentazione vegetariana. Sicuramente, in questo caso, attenersi alle regole cardine richiede un impegno maggiore, poiché rinunciando a carne e pesce, diventa necessario compensare le proteine con uova, formaggi, legumi e cereali integrali; è evidente che raggiungere la quota proteica necessaria è più difficile e richiede molta attenzione.

Dieta Gift e Business

Sulla validità o meno della dieta Gift esistono pareri discordanti, come per quasi tutti i regimi alimentari. Alcuni sostengono che funzioni, altri addirittura che la dieta Gift faccia ingrassare. La cosa certa è che attorno a questa dieta è stato creato un vero e proprio business: esistono infatti, palestre, farmacie e centri benessere a marchio Gift o che promuovono questo regime alimentare, per non parlare dei libri, degli incontri, dei corsi e degli stage.

Non a caso ad oggi sono molto in voga le cosiddette diete a punti, che non si limitano a fornire indicazioni alimentari ma si prefiggono lo scopo di aumentare la motivazione personale, passando attraverso varie fasi come quelle previste nella dieta Fricker o la dieta Dash.

Potrebbero interessarti anche