1. Home
  2. Salute
  3. Dieta e benessere

Dieta del fantino: in cosa consiste e a chi è consigliata

Consumare alimenti iperproteici e ipercalorici per perdere velocemente peso. Scopri di seguito come funziona la dieta del fantino e a chi è consigliata

Dieta e benessere

Avete bisogno di perdere peso in vista di un’occasione speciale e non avete molto tempo a vostra disposizione? Potete affidarvi alla dieta del fantino, un regime alimentare che vi permetterà di smaltire diversi chili in pochi giorni.

Questo regime alimentare fu messo a punto per migliorare le prestazione dei fantini a pochi giorni dalle gare, ma essendo basato sul consumo di alimenti ipercalorici ed iperproteici è fortemente sbilanciato, e non può essere seguito per un periodo di tempo prolungato. Inoltre non è una dieta depurativa adatta per il post-vacanza.

Vi state chiedendo come funziona la dieta del fantino e se fa al caso vostro? Vi spieghiamo tutto in questo articolo.

Dieta del fantino: cosa mangiare

Come già spiegato, la dieta del fantino prevede ampio consumo di alimenti ipercalorici ed iperproteici (al contrario dunque della dieta chetogenica). Questo vuol dire che nel periodo di tempo in cui avete intenzione di seguire questo regime alimentare non dovrete sottoporvi a particolari rinunce a tavola (al contrario della dieta fasting).

La dieta prevede un caffè amaro per colazione, 100 grammi di formaggio Emmenthal e un bicchierino di Marsala o di Porto a metà mattina e, di nuovo, a merenda. A pranzo e a cena, invece, sono consentiti 150 grammi di carne magra (manzo, vitello, pollo, lonza di maiale) o pesce cotto alla griglia. In alternativa, potete anche sostituire il pasto con due uova. Nel corso della giornata, infine, si deve bere solo acqua.

Chi decide di seguire questa dieta non potrà consumare frutta e verdura di stagione, carboidrati e fibre. Questo vuol dire che per qualche giorno dovrete rinunciare a pasta, pane e cereali.

Dieta del fantino: quanto si dimagrisce

La dieta del fantino permette di perdere fino a 3 kg, essenzialmente sotto forma di acqua e di glicogeno accumulato nei muscoli. Si tratta quindi di peso che può essere facilmente recuperato nei giorni successivi: per questo non è l’ideale per chi vuole mantenere i risultati raggiunti.

Dieta del fantino: chi può seguirla

La dieta del fantino non è particolarmente drastica: in una giornata di assumono circa 1200 calorie, quindi è perfetta per i più golosi che non riescono a fare particolari rinunce a tavola o soffre di pressione bassa.

Allo stesso modo, però, non è consigliata indistintamente a tutti: l’elevata quantità di proteine apportata dai cibi ammessi potrebbe provocare non pochi problemi a fegato e reni, alterando pericolosamente l’equilibrio della salute e il corretto funzionamento di questi organi.

Per lo stesso motivo, anche chi soffre di colesterolo alto dovrebbe prediligere un altro tipo di regime alimentare. Infine, vista la povertà di fibre e sali minerali, la dieta del fantino rischia di dare problemi di stitichezza e gonfiore addominale.

Dieta del fantino: funziona?

In definitiva possiamo affermare che sì, la dieta del fantino funziona, ma non è adatta a chi ha intenzione di perdere molti chili o è alla ricerca di un dimagrimento permanente.

Più che di una dieta vera e propria si tratta di una soluzione temporanea per chi sta cercando disperatamente di rientrare in un vecchio abito o vuole essere perfetta per un’occasione speciale.

Potrebbero interessarti anche