1. Home
  2. Salute
  3. Chirurgia estetica

Dermaroller: che cos'è e a cosa serve?

Mai provato il dermaroller? È un rullo che crea delle microlesioni nella pelle per stimolare la creazione di collagene. Scopri qui tutte le informazioni

Chirurgia estetica

Il dermaroller è un rullo dotato di micro-aghi che, se passato delicatamente sul viso, provoca delle microlesioni e stimola la produzione di collagene naturale. I risultati, come testimoniano Kim Kardashian e Madonna, ma anche quasi tutte le donne che lo hanno provato, sono ben visibili, specie se si unisce l’azione del dermaroller a creme e sieri specifici.

In questo articolo vedremo come funziona, quanti modelli ci sono e quali sono i consigli per utilizzarlo al meglio.

Come funziona il dermaroller?

Come accennato prima, il dermaroller non è altro che un rullo dotato di aghi; la lunghezza degli aghi può variare, per i modelli casalinghi, da un minimo di 0,3 mm fino ad un massimo di 0,5 mm. Il dermaroller professionale invece, utilizzato nei centri di chirurgia estetica più all’avanguardia, può utilizzare anche aghi più lunghi per intervenire in profondità sulla pelle.

I micro-aghi del dermaroller, penetrando al di sotto dell’epidermide, creano delle piccolissime lesioni, stimolando la produzione di collagene naturale. Come ben sappiamo il collagene è la proteina che forma il tessuto connettivo e garantisce elasticità alla pelle. Con il tempo, l’organismo produce sempre meno collagene, e la pelle tende a perdere tono; le creme anti-age al collagene hanno un effetto filler: rimpolpano cioè il tessuto connettivo e appianano le rughe in superficie. Utilizzando queste creme insieme al dermaroller invece, verrà stimolata la produzione di collagene naturale e – grazie all’azione degli aghi – le sostanze nutritive potranno penetrare più in profondità, donando alla pelle una seconda giovinezza.

Questo beauty tool risulta molto utile per tutte coloro che hanno piccole cicatrici sul viso, dovute all’acne: i micro-aghi, stimolando la produzione di collagene, renderanno più rapida la cicatrizzazione della pelle.

Ad ogni zona del corpo il suo dermaroller

A seconda del tipo di zona da trattare, possiamo avere diversi tipi di dermaroller.

  • dermaroller per il viso: è il modello più utilizzato, con aghi che vanno da 0,3 mm fino ad un massimo di 0,5 mm per l’uso casalingo
  • dermaroller per le labbra: dotato di aghi piccolissimi, va utilizzato con molta attenzione e delicatezza, poiché le labbra possono essere di gran lunga più sensibili del viso;
  • dermaroller per le smagliature: dotato di aghi lunghi anche 2 mm, che penetrano molto in profondità; va associato ad un prodotto anti-smagliature per aumentare la sua efficacia
  • dermoroller per i capelli: dotato di aghi molto piccoli e da utilizzare solo in caso di calvizie, come supporto ad un trattamento intensivo per la ricrescita dei capelli

Consigli pratici sull’uso del dermaroller

Si consiglia di utilizzare il dermoroller almeno quattro o cinque volte alla settimana: solo con un trattamento costante si potranno notare dei significativi miglioramenti. Il momento della giornata più adatto all’utilizzo di questo beauty tool è la sera, quando la pelle riposa e si rigenera naturalmente.

L’azione del dermaroller è poco efficace se non viene associate anche a creme e sieri specifici, in particolare quelli ricchi di vitamina C, che stimolano il rinnovamento del tessuto connettivo, e quelli all’acido ialuronico, con effetto antiage.

L’uso del dermaroller è estremamente sconsigliato a chi soffre di acne e brufoli, di pelle sensibile e di fragilità capillare: si rischia infatti di provocare arrossamenti e lesioni eccessivamente profonde, danneggiando la pelle anziché ripararla.

È importantissimo ricordare infine che, prima di ogni uso, è necessario lavare e sterilizzare il dermaroller con molta cura, al fine di evitare infezioni. Si possono utilizzare saponi neutri o, meglio ancora, prodotti specifici per la pulizia di questo tool, differenti in base al materiale con cui è realizzato.

 

Potrebbero interessarti anche