1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Curettage dentale: in cosa consiste e a chi è consigliato

Il curettage è una pratica odontoiatrica che permette di prevenire e curare alcuni disturbi gravi come la parodontite. Scopri tutto quello che c'è da sapere

Cura dei denti

Il curettage dentale, detta anche levigatura radicolare, è un trattamento di pulizia profonda dei parodonti.

Il curettage, levigatura radicolare usata come terapia convenzionale parodontale non chirurgica, o più semplicemente la pulizia profonda delle tasche gengivali, è il processo di rimozione degli agenti eziologici che causano infiammazioni del tessuto gengivale, come la placca dentale ed il tartaro.

Questa pratica odontoiatrica si rende necessaria quando l’accumulo di placca è molto elevato e crea la cosiddetta malattia parodontale. In questi casi la rimozione classica che si effettua con la pulizia dentale non è sufficiente.

Quando si deve fare il curettage dentale

La pulizia dei denti con il curettage è una terapia paradontale non chirurgica, che si effettua ormai normalmente in tutti gli studi dentistici.

Può succedere che la placca che si forma sui denti sia molto spessa e crei infiammazioni al di sotto del tessuto della gengiva. Infatti, la placca è generata da residui alimentari, rimanendo all’interno della bocca, fermentano, ma anche di cellule morte. La presenza di placca all’interno della bocca provoca pertanto la formazione di batteri che possono essere veicolo di infiammazioni e, nei casi più gravi, infezioni.

Se l’infiammazione raggiunge le tasche parodontiche, ovvero le parti della gengiva che si trovano al di sotto dei denti, può avere luogo la malattia parodontica. Nei casi più gravi, il diffondersi di questa patologia può causare la perdita del sostegno osseo e, addirittura, dei denti stessi, tanto da dover ricorrere poi all’implantologia dentale.

Per evitare di raggiungere questi casi, può essere opportuno rimuovere completamente il tartaro che si è infiltrato anche sotto la superficie gengivale con il curettage paradontale.

Come si fa il curettage dei denti

Il curettage dentale ha molta efficaca se viene praticato fin dai primi sintomi di malattia paradontale. Quando si avverte la formazione di tasche paradontali e i denti iniziano a muoversi, è opportuno recarsi immediatamente dal dentista per valutare l’opportunità di questo trattamento.

Si tratta di trattamento che avviene in due momenti successivi: prima con il laser, poi con la rimozione manuale degli accumuli nelle tasche: per questo viene detto anche levigatura radicolare o raschiatura della radice del dente.

Le varie fasi del curettage sono:

  • Analisi della situazione e determinazione della profondità della tasca;
  • Curettage gengivale laser che ha lo scopo di eliminare i batteri presenti e di rimuovere eventuali parti di tessuto danneggiato
  • Rimozione meccanica degli accumuli di placca nel tessuto sotto gengivale, attraverso degli strumenti metallici, detti curette, che hanno la forma di lamette e riescono a raggiungere il tartaro in profondità;
  • Eliminazione dei batteri che possono essere rimasti attraverso il laser;
  • Pulizia finale delle parti esterne del dente.

Il curettage gengivale fa male?

Poiché si tratta di un trattamento profondo, molti pazienti si chiedono se questo trattamento faccia male. Sebbene non sia un vero e proprio intervento chirurgico, viene effettuato in anestesia locale, quindi il dolore non viene percepito.

Tuttavia, è possibile che ci sia un lieve sanguinamento dopo il curettage. In generale per il curettage denti le controindicazioni riguardano più che altro la situazione personale di ogni paziente: l’importante è rivolgersi a personale specializzato, in grado di valutare caso per caso, e molto attento all’igiene degli strumenti.

Curettage denti: costo

Per la pulizia denti sottogengivale il costo può variare a seconda del tipo di intervento richiesto. In alcuni casi il dentista può valutare se farlo su tutti i denti oppure se un dente specifico richieda questo trattamento. Di conseguenza varierà anche il numero delle sedute.

Se la pulizia viene fatta per tutta quanta la bocca, in genere sono necessarie almeno quattro sedute. Ogni seduta ha un costo che si aggira attorno ai 100 euro.

Potrebbero interessarti anche