1. Home
  2. Salute
  3. Fisioterapia

Cos'è e come funziona l'ultrasuonoterapia

Ecco in cosa consiste l’ultrasuonoterapia: costi, benefici e controindicazioni di questa cura effettuata con le onde sonore.

Fisioterapia

L’ultrasuonoterapia è una tecnica terapeutica che sta avendo molto successo. Di che cosa si tratta? È un metodo che punta a curare alcuni disturbi del corpo tramite l’utilizzo di onde sonore che penetrano nei tessuti. L’ultrasuonoterapia è indicata principalmente per curare patologie articolatorie, problemi muscolari e per minimizzare alcuni inestetismi come la cellulite. In genere questa tecnica non è mai praticata da sola, ma viene spesso associata ad altri trattamenti e terapie.

Quando ricorrere all’ultrasuonoterapia

La terapia a ultrasuoni si usa per curare diversi disturbi. Tra questi vanno menzionati:

  • artrosi
  • borsiti
  • tendiniti
  • strappi o distorsioni muscolari
  • slogature
  • contratture o debolezza delle articolazioni
  • morbo di Dupuytren
  • cellulite

Ultrasuonoterapia: come funziona

Come detto in precedenza, l’ultrasuonoterapia consiste nel trasmettere al corpo delle onde sonore che vanno a incidere sul tipo di disturbo di cui si soffre. A seconda della patologia cambiano le frequenze tramite le quali viene fatta la terapia e la durata delle sedute. Le onde dell’ultrasuonoterapia oscillano tra i 750KHz e i 3 MHz: più la frequenza è alta, minori sono le pulsazioni.

Le onde penetrano nei tessuti ed effettuano un’azione chimica e termica che reca enormi benefici al corpo. Tra i vantaggi dell’ultrasuonoterapia, infatti, c’è quella di stimolare e rinvigorire il tono muscolare, vascolare e la circolazione. Proprio per questo, molte donne ricorrono alle onde sonore per i trattamenti contro la cellulite, soprattutto in vista dell’estate.

Le sedute di ultrasuonoterapia non sono molto lunghe. A seconda della patologia e del disturbo da trattare si possono fare tra le 5 e le 10 sessioni. Queste sono effettuate tramite un macchinario che trasmette le onde all’interno del corpo del paziente: al fine della riuscita della terapia, la parte da trattare deve essere cosparsa di un gel apposito per favorire la penetrazione nei tessuti. Un trattamento di ultrasuonoterapia dura dai dieci ai venti minuti circa.

La terapia a ultrasuoni in acqua

L’ultrasuonoterapia può essere praticata anche in acqua. Questo metodo è molto usato quando la parte da trattare è limitata, irregolare, o troppo compromessa per un contatto diretto: in questo caso, la zona viene immersa in un recipiente colmo di liquido insieme alla testina che trasmette le onde sonore. La temperatura non deve superare i 37°. Non deve essere nemmeno troppo bassa altrimenti l’effetto dell’ultrasuonoterapia non sarà quello sperato.

Le controindicazioni dell’ultrasuonoterapia

L’ultrasuonoterapia, se effettuata da un professionista esperto, non ha molte controindicazioni. In ogni caso è bene rivolgersi a un medico per esporre la propria situazione personale ed evitare brutte sorprese. Queste possono essere:

  • infezioni
  • lesioni acute
  • tromboflebiti
  • flebiti in fase acuta

L’ultrasuonoterapia è sconsigliata in generale alle donne in stato di gravidanza perché le onde sonore potrebbero interferire con la crescita del feto. Non va effettuata nemmeno nei soggetti con protesi metalliche o con pace-maker.

Ultrasuonoterapia: prezzi

L’ultrasuono terapia ha costi che in genere si aggirano sui 20 euro quando si tratta di una singola sessione. Per curare una patologia è bene però acquistare un pacchetto di dieci sedute: in questo caso il prezzo varia dai 90 ai 150 euro a seconda che la terapia avvenga dentro o fuori dall’acqua. Ricordate di rivolgervi sempre a professionisti esperti per limitare le controindicazioni del trattamento e avere una cura adatta alle vostre esigenze.

Potrebbero interessarti anche