1. Home
  2. Salute
  3. In farmacia

Come togliere una zecca: i consigli e gli errori da non fare

Con l’arrivo della bella stagione le zecche tornano a minare la salute di persone e animali. Ecco come rimuoverle correttamente

In farmacia

Con l’arrivo delle belle giornate, arriva anche il momento di fare delle passeggiate all’aria aperta, magari assieme al nostro amico a quattro zampe. Il pericolo è, tuttavia, alle porte e insetti fastidiosi come zanzare, vespe o parassiti come le zecche sono sempre in agguato e pronte a infastidire sia noi che i nostri amici animali. Per questo motivo, è d’obbligo controllare il nostro fido e fare il lavaggio del cane e la toelettatura del gatto in modo corretto e costante.

Questo approfondimento sarà dedicato alle zecche, un parassita appartenente alla famiglia degli artropodi, che è tornato alla ribalta negli ultimi tempi per esser stato tra le principali cause di malattie infettive come la meningite o ancora il morbo di Lyme.

Vediamo insieme come rimuoverlo in modo efficace e quali sono gli errori assolutamente da evitare.

Conosciamo la zecca

La zecca è un insetto di piccolissime dimensioni che si nutre succhiando il sangue di persone e animali. Agendo in questo modo, può sopravvivere rimanendo nel corpo del malcapitato anche per diversi giorni. Il morso della zecca inizialmente non è doloroso, ma si nota non appena la ferita prodotta da questa scomoda presenza si infetta e inizia a gonfiarsi espandendosi notevolmente.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, togliere una zecca non è affatto semplice tuttavia è importante non farsi mai prendere dal panico e contattare il medico non appena la situazione si aggrava. Se la zecca viene tratta in modo errato, il passo da un’azione avventata all’insorgere di patologie maligne come la meningite, è breve.

Vediamo insieme cosa fare e gli errori più comuni.

Come rimuovere la zecca da persone e animali: 4 errori da non fare

Spesso, nel tentativo di voler rimuovere a tutti i costi la fastidiosa zecca dalla vostra pelle o quella del vostro amico a quattro zampe, ci si fa prendere erroneamente dal panico e si rischia di commettere degli errori imperdonabili che rischiano di mettere a repentaglio la salute vostra e del vostro animale. Molto importante è riconoscere i sintomi conseguenti al morso di una zecca e contrastare immediatamente con rimedi efficaci.

Ecco quattro cose che non devi fare assolutamente:

  • Non toccare la zecca a mani nude, neppure se sono disinfettate: rischi solamente di aggravare la situazione e di infettare ulteriormente la tua ferita.
  • Non usare nessuna sostanza liquida: liquidi come olio d’oliva, alcool, acqua ossigenata, acetone ecc. rischiano di peggiorare ancora di più la ferita e inducono la zecca al rigurgito, infettando ulteriormente il taglio.
  • Non prendere iniziative fai da te se non ti senti in grado di risolvere il problema.
  • Non tirare in modo brusco la testa della zecca: rischieresti solamente aumentare l’infezione.

Ecco dunque che la rimozione delle zecche richiede oltre che fermezza, anche la massima precisione.

Come rimuovere le zecche in poche semplici mosse

  • Con l’aiuto di una lente di ingrandimento, utilizza delle pinzette sottili e afferra la testa della zecca il più possibile vicino alla pelle. In alternativa alla pinza per togliere le zecche si può adoperare un filo interdentale, facendo sempre attenzione a non staccare la testa dal corpo della zecca.
  • Pulire la ferita con alcool e cotone sterilizzato, avendo sempre ben cura di avere mani lavate in acqua e sapone. Questo eviterà un ulteriore infezione della ferita.
  • Se il dolore persiste chiamare il medico.

Infine ricordati di evitare metodi improvvisati e fai da te in quanto la zecca è un parassita molto delicato da trattare. Non esitare dunque ad affidarti al tuo medico di fiducia che ti garantirà il risultato e fare una corretta prevenzione come la toelettatura e la tosatura  soprattutto se hai un cane a pelo lungo.

Potrebbero interessarti anche