1. Home
  2. Salute
  3. Cura dei denti

Come si cura la parodontite

La paradontite è un’infiammazione batterica che attacca il tessuto, l’osso alveolare e la gengiva. Può essere molto dolorosa: ecco come curarla

Cura dei denti

Come molte malattie del cavo orale, come la piorrea, la paradontite può essere molto dolorosa e può sfociare nei casi peggiori nella perdita dei denti. Si tratta di un’infiammazione batterica, che deve essere curata e controllata, onde evitare che penetri in profondità fino alla radice: ecco la cura della parodontite.

Paradontite: cura e costi di questa malattia

La paradontite è causata principalmente da problemi di placca e tartaro e può essere favorita da un abbassamento delle difese immunitarie, una cattiva alimentazione, una scarsa igiene orale e dal tabagismo. I suoi sintomi sono generalmente alitosi, gengivite, sanguinamento e recessione gengivale, se non curata può sfociare nella perdita dei denti con conseguente intervento di implantologia dentale. Per questo motivo è molto importante passare subito alla cura, non appena si intravedono i primi sintomi. Se si soffre di paradontite, la cura omeopatica o naturale può essere una soluzione, ma prima si consiglia di fare riferimento al proprio dentista. Le cure fai da te in questo caso sono altamente sconsigliate, date le possibili conseguenze della malattia.

Tra le cure naturali ci sono:

  • gel a base di aloe vera con applicazione topica sulla gengiva;
  • estratti di betulla, echinacea, eleuterococco, equiseto o salvia;
  • risciacqui a base di propoli.

La natura può essere una valida alleata, ma non può sostituire del tutto le cure farmacologiche, per questo quando si soffre di paradontite, una possibile cura è con gli antibiotici. Qualora infatti il problema non rispondesse alla terapia meccanica e alla pulizia del cavo orale del dentista, si dovrebbe passare a un ciclo di antibiotici specifici per contenere l’infezione.

Una delle principali soluzioni comunque per combattere la paradontite è la cura chirurgica, attraverso cui il dentista prima effettua una rimozione della placca e del tartaro dai denti e dalle gengive, in seguito fa una levigatura radicolare ed elimina quindi il tartaro nascosto sotto la gengiva, vicino alle tasche paradontali.

Esiste inoltre un altro tipo di terapia, meno invasiva rispetto alla chirurgia: per chi soffre di paradontite la cura con laser può essere una soluzione. È basata sull’utilizzo di un microscopio operatorio e di laser ad alta potenza che garantiscono l’eliminazione del tartaro con la decontaminazione dei batteri presenti nelle tasche. Si tratta di una terapia indolore, da effettuare anche senza anestesia.

In ogni caso, per prevenire la parodontite è importante effettuare una corretta e quotidiana igiene orale utilizzando i dentifrici consigliati dal dentista di fiducia e i migliori spazzolini elettrici presenti in commercio per una pulizia della cavità orale profonda e accurata.

Costi della cura della paradontite

Il costo per le cure varia in base al livello di gravità dell’infezione e a come risponde il corpo. In alcuni pazienti infatti sono necessarie più sedute, mentre per altri ne bastano poche, se accompagnate sempre da trattamenti quotidiani. In sintesi per la paradontite, la cura può avere diversi prezzi:

  • si deve calcolare il prezzo della visita dentistica iniziale;
  • si deve calcolare inoltre il numero di sedute richieste e se l’infezione sarà trattata chirurgicamente o con il laser;
  • si dovranno inoltre valutare i prezzi di una possibile terapia antibiotica e dei prodotti da utilizzare quotidianamente per l’igiene orale.

Considerando tutto questo, il prezzo per la cura della paradontite si aggira tra gli 500 e i 1.600 euro, anche se in alcuni casi può superare le diverse migliaia di euro. Tutto dipende dalla percentuale di cavo orale interessato dall’infezione, per questo motivo diventa molto importante agire rapidamente, in modo da contenere il dolore, ma anche le spese.

Potrebbero interessarti anche